Rapisarda: «Giocare al Riviera è un sogno. A Lumezzane sembrava di stare sempre in trasferta»


Il nuovo esterno difensivo è rimasto sorpreso dal grande pubblico di San Benedetto. I suoi obiettivi: «Il mio, come quello della società, è raggiungere i playoff e voglio farlo con questa maglia»…

Francesco Rapisarda, l'esterno difensivo che è andato a prendersi un posto sulla fascia destra, fino ad ora ha collezionato tre presenze su tre gare con la Samb, sempre da titolare, sempre con un ottimo rendimento: «Sono contento per la possibilità che il mister mi ha dato di giocare subito, grazie a questo gruppo mi sono trovato molto bene. Abbiamo fatto tre gare importanti fino ad ora, ma dobbiamo continuare a crescere». Sanderra ha dimostrato subito di fidarsi dell'apporto dell'ex Lumezzane che ripaga il tecnico con grande impegno, come tutti i compagni, durante gli allenamenti. Uno stimolo, che probabilmente è mancato nei giorni passati a Lumezzane, è l'apporto di un pubblico numeroso e caldo: «Il mister ci chiede di fare cose che in campo proviamo a riproporre, ora stiamo trovando la giusta amalgama: sono sicuro che riusciremo a fare risultato. Ho giocato a San Benedetto contro il Gubbio ed ho visto una tifoseria bellissima; su 21 partite che ho giocato a Lumezzane, invece, sembrava sempre di starein trasferta». Tra obiettivi personali e di squadra, Rapisarda, non fa differenze: «È una lunga strada quella che dobbiamo percorrere da qui alla fine del campionato per raggiungere i nostri obiettivi. La gara di domenica è facile solo sulla carta, lo sappiamo: questo è un campionato duro e molto imprevedibile, quindi dovremo giocare con grande attenzione ed impegno, come accaduto a Fano. Spero di arrivare più in alto possibile per giocarmi i playoff con questa maglia».

 

Domenico del Zompo

Commenti
Condividi questo post: