Pulisci e Corri. In marcia da San Benedetto a Civitella contro l’abbandono di rifiuti


Partirà da Piazza Bambini del Mondo la seconda edizione della corsa di 350 chilometri tra Marche, Abruzzo e Lazio. E’ l’evento centrale italiano per lo European Cleaning Day…

Partirà sabato 30 aprile, da San Benedetto la seconda edizione di “Keep Clean and Run – Pulisci e Corri”, una corsa di 350 chilometri tra Marche e Lazio (passando per l’Abruzzo), che rappresenta l’evento centrale italiano del terzo “European Clean Up Day”, la campagna europea contro l’abbandono dei rifiuti (littering) che si terrà in tutto il continente dall’6 all’8 maggio. La corsa, promossa da AICA, è realizzata in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Alla cerimonia di apertura – in programma alle 8,30 nella sala del Consiglio comunale o in auditorium – oltre ai due eco-runner Oliviero Alotto e Roberto Cavallo (rifiutologo della trasmissione televisiva Scala Mercalli di Rai Tre), saranno presenti alcuni testimonial : il sindaco Giovanni Gaspari, l’assessore Paolo Canducci, e Katia Figini, campionessa italiana 2015 di ultra-maratona nonché atleta di punta di Azalai, team di trail running sostenuto da Entsorga. La partenza, dopo il taglio ufficiale del nastro, è in programma alle 9 da piazza Bambini del Mondo. Ci sarà quindi una tappa alla Riserva del Sentina, per un incontro con alcune scolaresche e un momento di sensibilizzazione ambientale. Durante il percorso, di circa 50 chilometri, i corridori risaliranno la ciclabile lungo Tronto, per salire poi ad Ancarano e Sant’Egidio alla Vibrata, con arrivo previsto a Civitella del Tronto intorno alle 16,30. Ad accompagnare i runner durante la cerimonia di apertura e i primi chilometri di corsa sul lungomare di San Benedetto ci saranno anche i rappresentanti di Legambiente nazionale e il circolo Legambiente delle Marche. La tappa è sponsorizzata da Greentire, Consorzio nazionale di recupero e riciclo degli pneumatici fuori uso, che sarà rappresentato da Paolo Bucher e Roberto Bianco. L’iniziativa vuole sensibilizzare la popolazione e i media sul fenomeno del littering, ponendo l’attenzione sull’origine di tali rifiuti. La scelta di incentrare l’evento sportivo negli eco-sistemi montano e marino, infatti, nasce dalla consapevolezza che oltre il 70% dell’inquinamento dei mari ha origine nell’entroterra. Oltre alla pulizia del territorio in senso stretto, saranno anche messe in risalto le filiere virtuose di gestione e trattamento dei rifiuti. Dopo la tappa San Benedetto del Tronto-Civitella, Keep Clean and Run si fermerà a Montorio al Vomano (TE), L’Aquila, Pescorocchiano (RI), Montelibretti (Roma), Campagnano di Roma e si concluderà venerdì 6 maggio a Roma.

Redazione

Condividi questo post: