Porto d’Ascoli-Valdichienti Ponte 1-1, il solito Napolano non basta per centrare il poker di vittorie



PORTO D’ASCOLI-VALDICHIENTI PONTE 1-1
PORTO D’ASCOLI (4-3-3): Di Nardo; Petrini, Vallorani, Sensi, Pasqualini; Rossi, Gabrielli, Verdesi; Valentini (18’st Capocasa), Napolano, Tittarelli (1’st Ciarmela). A disp. Cannella, Tassotti, Trawally, Traini, Lazzarini, Pietropaolo, Saname’. All. Domenico Izzotti.
VALDICHIENTI PONTE (4-2-3-1): Mallozzi; Panichelli, Fermani (25’st Passalacqua), Enow, Tartabini; Lattanzi (23’st Bruni), Moretti; Emiliozzi, Badiali, Castellano; Adami (37’st Pennacchioni). A disp. Carnevali, Ciucci, Salvatelli, Pandolfi, Frontini, Monterubbianesi. All. Luigi Giandomenico.
Arbitro: Claudio Racchi di Ancona (Ribera-Paci).
Reti: 5′ Panichelli, 7′ Napolano
Note: osservato un minuto di silenzio per la scomparsa di Elvezio Morganti; spettatori: 200 circa; espulsi; ammoniti: Valentini, Napolano, Rossi, Emiliozzi; angoli: 5-2; recupero: 1’+4′.

Il Porto d’Ascoli impatta al Ciarrocchi contro la Valdichienti Ponte e aggancia, momentaneamente, la prima posizione in classifica. Gara dura per i biancocelesti che hanno trovato un avversario quadrato e ha ben giocato. L’inizio è favorevole ai padroni di casa che, però, al primo affondo ospite subiscono la rete: è Panichelli, in diagonale, a mettere alle spalle di Di Nardo che nulla può. La reazione degli uomini di Izzotti è immediata e produce il pareggio al 7′: Lattanzi si fa rubar palla a limite della propria area e Napolano con un colpo sporco supera Mallozzi in pallonetto. Il Porto d’Ascoli va in avanti sull’inerzia dell’entusiasmo e va vicino al vantaggio con Tittarelli ma Mallozzi è bravo a bloccare a terra.

Nella ripresa, al 10′, la più grossa occasione ospite per tornare avanti: corner dalla destra, la palla arriva sui piedi di Enow che dall’area piccola colpisce a botta sicura ma Di Nardo compie un autentico miracolo respingendo la palla sulla linea. Al 14′ è Napolano a colpire il palo in girata.  La partita cala di tono fino al 41′ quando Gabrielli subisce fallo al limite. Sul punto di battuta va Napolano che disegna una parabola quasi perfetta col pallone che si stampa sulla traversa e ritorna in campo dove Capocasa non riesce a ribadire in porta. In pieno recupero è Vallorani ad avere l’occasione buona ma spedisce la palla sul fondo di testa.


Commenti