Porto d’Ascoli, Stallone: «Testa all’Anconitana prima del ritorno di Coppa Italia»



Il Porto d’Ascoli è capolista solitario del campionato di Eccellenza dopo quattro giornate con i dieci punti in classifica e dopo la vittoria contro la San Marco Lorese di sabato scorso, arrivata con due reti nella seconda frazione di gioco.
Il tecnico Nico Stallone non può che essere contento della vittoria: «Obiettivamente gli avversari hanno fatto una buona partita, di contenimento, fastidiosa. Ci hanno messo in difficoltà nella prima parte della gara, non facendoci esprimere al meglio. Nella ripresa ci siamo distesi meglio, abbiamo messo più palle importanti in area e forse i cambi hanno avuto il loro peso».

Le sue scelte sono state tutte azzeccate con gli ingressi di Sanamè, Pietropaolo e Pasqualini nella ripresa: «Sanamè ha segnato e ha servito l’assist per il raddoppio di Rossi e quindi è stato determinante. E’ un ragazzo cubano che ho segnalato alla società. La scorsa stagione si è allenato negli ultimi mesi al Monticelli, però non è riuscito a fare il tesseramento, l’ho visto e mi è piaciuto e in accordo con la società abbiamo deciso di inserirlo in rosa, abbiamo aspettato i tempi necessari per il tesseramento e ora può dare alla squadra il suo contributo».

Cosa è successo nell’episodio della sua espulsione?
«Mallus ha commesso un brutto fallo su Napolano a mezzo metro dalla nostra panchina, in cui avrebbe potuto fargli molto male, io mi sono permesso di intervenire e in risposta sono stato offeso e ho risposto all’insulto e l’arbitro mi ha espulso. Ma ormai è tutto finito ed è meglio non pensarci più».

Ritroverete il San Marco in Coppa Italia il 16 ottobre. «Sarà dura giocare tre partite con la stessa squadra in quindici giorni non è facile, ci è già successo con l’Azzurra Colli e speriamo che vada nello stesso modo. La Coppa Italia è una competizione importante, ma ora dobbiamo pensare all’Anconitana».


Condividi questo post:
error