Porto d’Ascoli-Matese 2-1: Napolano e D’Alessandro firmano il primo successo in Serie D



PORTO D’ASCOLI-MATESE 2-1

MARCATORI: 30’pt Napolano, 45’pt D’Alessandro, 16’st (rigore) El Ouazni.

PORTO D’ASCOLI (4-3-3): Testa; Petrini, Sensi, Passalacqua, Pasqualini, Evangelisti, D’Alessandro (39’st Battisti), Petricci (19’st Rossi); Napolano (30’st Shiba), Verdesi (33’st Pietropaolo), Battista (19’st Monachesi). A disp. Finori, Aliffi, Amatucci, Clerici. All. Ciampelli.

MATESE (4-2-3-1): Del Giudice; Andreassi (34’pt Riccio), Congiu (33’st Ricci), Esposito, Riggio (13’st Hafiane); Fabiano (26’st Masi), Di Lullo (34’pt Scacco); Ricamato, El Ouazni, Langellotti, Tribelli. A disp. Di Libero, Castaldo, Iannetta, Masotta. All. Urbano.

ARBITRO: Catanzaro di Catanzaro (Bosco-D’Ettorre).

Esordio indimenticabile in Serie D per il Porto d’Ascoli, che grazie alle reti di capitan Napolano e D’Alessandro fa sua la prima di campionato contro il Matese.

Al 2′ il Porto d’Ascoli va subito in avanti con Napolano che davanti alla porta si vede respingere la conclusione dall’estremo portiere campano. Al 16′ Ricamato dall’area di rigore colpisce in pieno la traversa, Tribelli davanti alla porta tenta il tap-in ma è in fuorigioco. Alla mezzora arriva la rete di capitan Giordano Napolano, con un destro dai venticinque metri circa. Allo scadere del primo tempo arriva il raddoppio per i biancocelesti: punizione di Napolano dalla trequarti destra spedita sul lato opposto dove Petricci, anticipando gli avversari, crossa in area di rigore trovando D’Alessandro, lasciato solo soletto che si avventa sulla palla e gonfia la rete.

Al 1′ della ripresa Battista serve Verdesi che ci prova dalla sinistra a due passi dal portiere, ma Del Giudice felinamente respinge. Al 16′ El Ouazni cade mentre si avventa sulla palla per uno scontro con Testa, impegnato a terra a bloccare una conclusione. Il direttore indica il dischetto su cui si porta lo stesso numero nove, che con freddezza batte Testa. Annullata anche una rete ad Hafiane al 20′ per fallo.


TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB


Commenti