Perugia, storia e curiosità: dagli anni di Gaucci all’arrivo di Santopadre



Il Perugia affonda le sue radici nel 1905, anno in cui si fondano le società cittadine Braccio Fortebraccio e Libertas. I colori sociali del club sono il bianco ed il rosso, mentre la figura araldica del grifone che si trova nel logo ed è stato spesso presente anche nel vestiario perugino, è ripresa dal simbolo capoluogo umbro. Il Perugia ha conosciuto due fallimenti: il primo nel 2005 e il secondo nel 2010. Per buona parte della sua storia il Perugia ha militato nel campionato di Serie B, in cui vanta 27 partecipazioni; 13 invece le presenze in Serie A (la prima risalente al 1974/75). Una fase importante è stata quella segnata da Luciano Gaucci che, divenuto presidente nel 1991, ha centrato due promozioni in Serie A, categoria in cui il Grifo ha militato per ben 7 stagioni tra gli anni ’90 e 2000. Dal 1975 le partite interne del Perugia si disputano allo stadio comunale di Pian di Massiano, impianto che nel 1977 è stato rinominato in memoria di Renato Curi, giocatore perugino morto in campo a causa di una attacco cardiaco nel corso della partita Perugia-Juventus del 27 novembre 1977. Lo stadio ha una capienza di 23.625 spettatori; terreno di gioco in erba naturale. Attualmente il Perugia è presieduto dall’imprenditore tessile Massimiliano Santopadre; allenatore della prima squadra è Fabio Caserta. La partita di andata al Riviera delle Palme si è risolta con un pareggio.

IL PRECEDENTE

SAMB-PERUGIA 1-1

MARCATORI: 21’pt Botta (rigore), 39’pt Melchiorri.

SAMB (3-5-2): Nobile; Enrici, D’Amborosio, Di Pasquale; Scrugli (46’st Biondi), Shaka Mawuli, Angiulli, D’Angelo (16’st Nocciolini), Liporace (27’st Malotti); Botta, Lescano (16’st Bacio Terracino). A disp. Laborda, Occhiato, Rocchi, Serafino, Masini, Goicoechea, Lavilla, De Ciancio. All. Zironelli.

PERUGIA (3-5-2): Fulignati; Rosi, Sgarbi, Monaco; Cancellotti, Sounas (28’st Falzerano), Moscati (44’st Vanbaleghem), Dragomir, Favalli; Melchiorri, Murano (20’st Bianchimano). A disp. Bocci, Baiocco, Angella, Burrai, Konate, Lunghi, Tozzuolo. All. Caserta.

ARBITRO: Vigile di Cosenza.


Commenti
Condividi questo post: