Perplessità confermate: Samb-Renate, IL COMMENTO


Il Riviera aveva chiuso i battenti con la sconfitta per 2-0 al ritorno dei quarti dei play-off contro il Cosenza e li ha riaperti in questo attesissimo inizio di campionato, rimandato di quasi un mese, con un identico rovescio per mano del sorprendente Renate, avvezzo alle partenze a razzo. Dopo 10 anni la Samb perde la prima stagionale, l’ultima volta era capitato al Piola di Novara con il medesimo punteggio nella stagione 2008/09, quella conclusa con retrocessione e fallimento, non proprio un confortante precedente… Che le “pantere” nerazzurre (colori mutuati da quelli interisti di cui i fondatori del Renate erano sostenitori), guidate da quel conoscitore della C che è l’ex ascolano Oscar Brevi fossero clienti insidiosi c’era da aspettarselo, visto anche il 3-0 rifilato alla “corazzata” Novara in amichevole. Ma che fosse per loro così agevole sbancare il Riviera con lo stesso 2-0, con cui avevano perso lo scorso Marzo nel pantano del Riviera ce ne passa eccome. Il precampionato rossoblù non era stato proprio esaltante, al di là del 3-0 inferto al Rimini, peraltro notevolmente agevolato da due penalty, e le perplessità emerse sono state appieno confermate. E’ lampante la mancanza di incisività sul fronte offensivo, vuoi per l’assenza di mezzali capaci di saltare l’uomo e creare superiorità numerica, vuoi per la lacuna di un centravanti degno di questo nome. I dubbi su portiere, corresponsabile in occasione del raddoppio lombardo e incerto in altre circostanze, e attaccante centrale, sempre lontano dalla porta, si sono acuiti. Affermare che la Samb è a posto in attacco così com’è, sempre che si voglia puntare in alto, equivale per dirla alla Mourinho a “prostituzione intellettuale”. Poi è incisa fatalmente la squalifica di Ilari in mezzo al campo, dove non c’è stata né forza né gamba. E’ così stata sovvertita la tradizione positiva alla prima stagionale maturata nelle ultime due stagioni di C (vittorie a Macerata e in casa col Modena), speriamo ora che venga ribaltata al Bonolis di Teramo quella della seconda giornata, dove si è invece perso al Riviera col Mantova e a Fermo nella famigerata partita del blackout disputata in due riprese.

Redazione


Commenti
Condividi questo post: