Palladini: «Nessun rischio, come voglio io. Che affetto dai tifosi»


Le interviste agli allenatori di Samb e Giulianova dopo il match del «Riviera». Il tecnico rossoblù elogia la prestazione della squadra, Giorgini lapidario: «Per salvarsi bisogna intervenire sul mercato»…

Ottavio Palladini (Allenatore Samb): «L'obiettivo è prenderci la Lega Pro, non possiamo nasconderci. Lo striscione? Ringrazio i tifosi per l'affetto. Abbiamo gestito bene la gara, ma avremmo dovuto realizzare il terzo gol. Il Giulianova ha una rosa giovane, ma noi non abbiamo rischiato niente ed è quello che voglio: evitare i rischi. Questa squadra ha buoni giocatori per far male sulle ripartenze con Titone e Palumbo, ma anche Pezzotti che porta brillantezza quando entra. Chi vuole vincere i campionati deve avere giocatori in panchina capaci di incidere in gara. Sono contento per la prestazione di chi è subentrato. Nella fase difensiva ho chiesto ai centrocampisti di abbassarsi velocemente perchè in precedenza non lo facevano, oggi si sono concentrati più su questo aspetto che su altro. Volevo che Pino giocasse dall'inizio, non è al 100 percento, ma ho avuto la sua disponibilità. Spero che Giorgini riesca a risollevare le sorti del Giulianova perché oltre ad essere un grande allenatore è una grande persona»

Francesco Giorgini (Allenatore Giulianova): «Abbiamo sofferto molto nel primo tempo poi pian piano ci siamo ripresi. La squadra è piena di ragazzi di 17/18 anni e non è facile. In questo campionato ci sono squadre pericolose come Fano, Matelica e San Nicolò (quest'ultima molto quadrata e rinforzata rispetto all'anno scorso). La società si sta muovendo, ci sono diversi problemi da risolvere, ma andare avanti così non è facile. Per la salvezza c'è bisogno di intervenire sul mercato, ma lo si potrà fare solo se cambierà l'assetto societario.»

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: