Padova-Samb 1-0, LA CHIAVE TATTICA | Ancora a testa alta



PADOVA-SAMB 1-0, LA CRONACA

MONTERO: «SONO ORGOGLIOSO DI ALLENARE QUESTI RAGAZZI»

Ha fatto il suo dovere e anche più fino in fondo la compagine di Montero, che pure nell’ultima giornata della stagione regolare contro una delle due capoliste, il Padova, che si giocava la promozione diretta con l’altra, il Perugia, ha giocato alla pari se non meglio e avrebbe meritato quantomeno la spartizione della posta. Invece è giunta una sconfitta maturata nel finale con un’iniziativa personale del miglior calciatore biancoscudato, l’ex Piacenza Della Latta. Così il Padova con due striminziti 1-0 raccolti senza brillare fa en plein contro la Samb, uguagliando in ciò Modena, Matelica e Cesena. Da notare inoltre, come consuntivo stagionale e a dimostrazione dell’assoluta ininfluenza del fattore campo, che i rossoblù hanno conquistato lo stesso numero di punti (27, frutto di 7 vittorie, 6 pareggi e 6 sconfitte) in casa ed in trasferta. Contro il 4-3-3 piuttosto leggerino in avanti di Mandorlini, in cui solo Chiricò riesce a sorprendere la difesa rossoblù a differenza dei poco incisivi Bifulco e Biasci, si conferma il modulo del Montero 2.0, ovvero il 4-4-2. Nel cerchio De Ciancio ed Angiulli, larghi Chacon e D’Angelo con Botta tuttofare a supporto di Lescano; novità nei laterali con Scrugli e Trillò rispettivamente in luogo dell’ex Fazzi e Goicoechea. Ed è come sempre avvenuto nelle ultime uscite una Samb quadrata, quella che imbavaglia gli statici veneti, dove oltre al già citato Chiricò sono solamente le avanzate del poderoso Della Latta a creare qualche grattacapo ai difensori ospiti. Nella ripresa, mentre Mandorlini cambia tutto il fronte offensivo inserendo calciatori di peso come Nicastro e Paponi, oltre a Firenze ed Hallfredsson, Montero ridisegna i suoi con un 4-2-3-1 (Babic esterno sinistro al posto di D’Angelo, Chacon trequartista e Botta esterno destro), che mette paura con le conclusioni di Angiulli e Lescano ai padroni di casa. Proprio poco prima che l’ennesimo accentramento di Della Latta si rivelasse letale per gli ospiti, usciti dall’Euganeo ingiustamente sconfitti. Alla fin fine i quattro punti di penalizzazione inflitti in settimana si sono rivelati assolutamente ininfluenti: la Samb sarebbe giunta ugualmente nona, riuscendo a migliorare di una posizione il piazzamento delle ultime due stagioni, poi chiusesi al primo turno dei play off (due anni fa a Bolzano, 1-0, e lo scorso anno proprio a Padova, 0-0). Ora per fortuna, relativamente alle spese da sostenere, la trasferta sarà vicina, a Macerata contro il Matelica, dove la Samb, che dovrà vincere per andare avanti, potrà giocarsela alla pari, nonostante le due sconfitte subite in campionato (entrambe condizionate da episodi avversi come l’espulsione di D’Ambrosio a fine primo tempo all’andata e il rigore sbagliato da Maxi Lopez al ritorno).


TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB


Commenti
Condividi questo post: