Monza sogna ad occhi aperti: primo posto, Berlusconi e l’utopia Kakà


Sarebbe curioso tornare indietro di qualche mese e chiedere ad un qualsiasi tifoso del Monza cosa avrebbe sognato per la sua squadra del cuore. Nemmeno il più ottimista, sicuramente, avrebbe immaginato il primo posto in campionato (con bottino pieno) dopo tre giornate di campionato ed un rafforzamento societario non di poco conto come quello che verrà ufficializzato sabato 29 novembre con l’ingresso del gruppo Fininvest della famiglia Berlusconi. Ebbene, è tutto realtà: i lombardi in queste prime giornate di campionato hanno sbaragliato gli avversari che gli si sono messi di fronte, esprimendosi su buoni livelli e facendo della solidità difensiva (0 gol subiti) un elemento imprescindibile, senza dimenticarsi di un attacco che vanta elementi come Jefferson, Cori e Reginaldo (proprio lui!). L’avvento di Silvio Berlusconi, però, ha calamitato sul club biancorosso un grande interesse, non solo dall’ambito della Serie C, aumentato ancor di più nella giornata di mercoledì quando è iniziato a circolare il rumor che vorrebbe Kakà come possibile rinforzo di mercato. Il campione del mondo brasiliano, che soltanto pochi mesi fa si è ritirato dal calcio giocato e da qualche settimana ha iniziato la sua prima avventura dirigenziale nel Milan sarebbe un colpo mai visto per la terza serie, ma è bene essere realisti: Adriano Galliani farà di tutto per garantire almeno un paio di colpi quando l’ingresso di Fininvest sarà completato, ma l’ipotesi Kakà è poco più che un’utopia. Intanto il Monza ha comunque di che gongolare: primo posto, rosa di altissimo livello, rinforzi societari e presto anche nuove pedine in campo. Ecco a voi il colosso del girone B.

Redazione


Condividi questo post: