Minuti in campo, Mancuso stakanovista, Sabatino insegue. Mastino Lulli, è lui il più cattivo


Qualche dato statistico sull’attuale stagione dei rossoblù. Mancuso domina la classifica marcatori del girone B e vanta più minuti in campo di tutti i compagni. Dietro di lui Sabatino, Lulli e Di Filippo…

La rosa a disposizione di Ottavio Palladini è la sesta per età media. In cima alla classifica c'è il Parma (27.2), il Padova (26.8), il Venezia (26.6), il Pordenone (26.1) e il Mantova (25.4).

Sono ventidue i giocatori utilizzati da Ottavio Palladini in queste prime quindici gare di campionato. Diciannove se si escludono Alberto Frison (quattro gare), Fabio Pegorin (otto gare per 720 minuti in campo e un cartellino giallo) e Vincenzo Aridità (tre gare per 270 minuti in campo). Tra i giocatori in campo, chi ha il maggior minutaggio, è Leonardo Mancuso. L’esterno milanese vanta 1339 minuti giocati su 1350 dal primo fischio di inizio della stagione con la media di una rete ogni 148,77 minuti. Ottavio Palladini, in settimana, ha così spiegato l’impiego del numero sette: «L’unico che, per ora, assicura le garanzie necessarie, non solo a livello di gol, è Mancuso: ci aiuta spesso in fase di ripiego e nel calcio moderno vanno interpretate bene entrambe le fasi di gioco». Il secondo più impiegato è Alessandro Sabatino, polmone del centrocampo rossoblù, schierato in tutte le gare per un totale di 1299 minuti. Il vice-capitano ha messo anche a segno due reti, entrambe in trasferta, a Venezia e Gubbio. Sono tredici le gare in cui sono stati chiamati in causa Luca Lulli (1145 minuti) e Nicolas Di Filippo (1125 minuti). Anche l’ex Savona ha messo la firma su due gol, al contrario di Sabatino tra le mura amiche, contro Parma e SudTirol. Lulli è anche il più “cattivo” della banda rossoblù con cinque ammonizioni (che gli sono costate anche due espulsioni contro il Parma e a Macerata). Di Filippo ha quattro ammonizioni ed una sola espulsione, quella rimediata a Bassano. Una coppia di attaccanti se ne sta appollaiata sui novecento minuti: Emiliano Tortolano (921) e Lorenzo Sorrentino (902).

Nella formazione rossoblù trovano posto anche molti “under” che, a dispetto della giovane età, hanno già dimostrato esperienza ed affidabilità. Il primo della lista è Fabio Pegorin (20 anni, 14 reti subite e una gara conclusa con la porta inviolata: Samb – FeralpiSalò). Classe 1996 sono anche Davide Di Pasquale, 619 minuti, Alessio Di Massimo, 590 minuti e Kevin Candellori, 88 minuti. Andrea Vallocchia è stato impiegato per un solo minuto, contro la FeralpiSalò, quando, prima del novantesimo, è entrato a rilevare Leonardo Mancuso.

NB. Nel conto dei minuti giocati sono esclusi i recuperi.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: