Marina-Grottammare 1-0: D’Angelo sbaglia, Marini no. LA CRONACA


MARINA-GROTTAMMARE 1-0
MARINA: Castelletti, Ribichini, Tereziu (31’st Paci), Rossetti, Marini, Santini, Maiorano, Nacciarriti, Gioacchini (24’st Bassotti), Noviello (35’st Gagliardi), Gabrielloni (11’st Ripanti). A disp. Recanatesi, Gagliardi, Lumia, Fabretti, Ripanti, Greco, Carsetti. All. Gianmarco Malavenda.
GROTTAMMARE: Beni, Orsini, Vallorani, Haxhiu, Vespasiani, Oresti (40′ Mancini), D’Angelo (37’st Di Giorgio), De Cesare, Ciabuschi (15’st Rapagnani), De Panicis, Traini. A disp. Renzi, Lisciani, Ioele Michele, Casolla, Ioele Andrea, Maiga. All. Manolo Manoni.
Arbitro: Leonardo Salvatori di Macerata (Viglietta-Giretti).
Rete: 5′ st Marini
Note. Spettatori: 100 circa; ammoniti: Ribichini, Santini, Haxhiu; angoli: 3-1, recupero: 0’+3′.


Niente da fare per il Grottammare neanche contro il Marina: gli uomini di Manoni incassano la seconda sconfitta consecutiva e rimangono al palo in classifica. I biancocelesti devono mangiarsi i gomiti per un risultato positivo che era ampiamente alla portata visto anche il rigore sbagliato nei primi minuti di gioco e le tante occasioni sbagliate.

CRONACA: Pronti via e Ciabuschi ha una buona occasione di testa ma non concretizza poi, al 4′, Haxhiu viene atterrato in area. Il direttore di gara indica il dischetto tra le proteste dei locali. Va sul dischetto D’Angelo che, però, si fa ipnotizzare da Castelletti che respinge alla grande. Il Grottammare insiste e ha altre opportunità per segnare con D’Angelo, al 29′, che in piena area spedisce fuori poi è De Panicis, al 34′, ad avere l’occasione più ghiotta ma da posizione ottimale sbaglia il pallonetto su Castelletti in uscita.

Nel secondo tempo rientra un Marina diverso e al 5′ passa: azione d’attacco sulla destra con Ribichini che allunga a centro area, Maiorano bene appostato effettua una girata di prima intenzione, Beni effettua una parata strepitosa e devia sulla sua sinistra dell’area, riprende Nacciarriti che centra e Marini risolve la mischia con un tuffo di testa che finisce in rete. I ritmi calano complice anche il caldo e l’ultimo sussulto lo regala Rapagnani che, in pieno recupero, spedisce fuori da buona posizione.


Commenti
Condividi questo post: