La Samb si fa subito perdonare: Berardocco, Sorrentino e Sabatino puniscono il Gubbio


GUBBIO – SAMB 1-3

MARCATORI: 14’pt Berardocco (rigore), 5’st Ferretti, 19’st Sorrentino, 43’st Sabatino.

LE FORMAZIONI

GUBBIO (4-4-2): Volpe; Pollace [1’st Kalombo], Marini, Rinaldi, Petti; Valagussa, Croce, Romano, Lunetta [1’st Candellone]; Ferretti, Musto [28’st Casiraghi]. A disposizione: Monti, Zanchi, Marghi, Conti, Bergamini, Burzigotti, Giacomarro. Allenatore: Giuseppe Magi.

SAMB (4-3-3): Frison; Di Pasquale, Radi, Ferrario, Di Filippo; Lulli [40’st Crescenzo], Berardocco, Sabatino; Mancuso, Sorrentino [40’st Fioretti], Di Massimo [23’st Tortolano]. A disposizione: Pegorin, Tavanti, Pezzotti, Mattia, Mori, Damonte, Candellori, Vallocchia, DouaBi. Allenatore: Ottavio Palladini.

ARBITRO: Alessandro Pietropaolo di Modena (Meozzi di Empoli e Gnarra di Siena).

ESPULSI: 37’st Kalombo.
AMMONITI: 28’pt Di Filippo, 29’pt Romano, 32’ Di Massimo, 44’pt Petti, 8’st Lulli.
ANGOLI: 5 – 2.
RECUPERI: 0’ – 3’.
NOTE: Serata non fredda, circa 18° la temperatura al Barbetti. Il terreno di gioco è in buone condizioni. Gubbio in divisa rossoblù e Samb in completo bianco con maniche rosso e blu. Circa 2000 i tifosi presenti, 160 da San Benedetto.

Grande prestazione in terra eugubina per i rossoblù di Palladini che passano in vantaggio su rigore procurato da Di Massimo. Nella ripresa i gol che fissano il punteggio sul 3-1…

GUBBIO – SAMB 1-3

MARCATORI: 14’pt Berardocco (rigore), 5’st Ferretti, 19’st Sorrentino, 43’st Sabatino.

GUBBIO (4-4-2): Volpe; Pollace [1’st Kalombo], Marini, Rinaldi, Petti; Valagussa, Croce, Romano, Lunetta [1’st Candellone]; Ferretti, Musto [28’st Casiraghi]. A disposizione: Monti, Zanchi, Marghi, Conti, Bergamini, Burzigotti, Giacomarro. Allenatore: Giuseppe Magi.

SAMB (4-3-3): Frison; Di Pasquale, Radi, Ferrario, Di Filippo; Lulli [40’st Crescenzo], Berardocco, Sabatino; Mancuso, Sorrentino [40’st Fioretti], Di Massimo [23’st Tortolano]. A disposizione: Pegorin, Tavanti, Pezzotti, Mattia, Mori, Damonte, Candellori, Vallocchia, DouaBi. Allenatore: Ottavio Palladini.

ARBITRO: Alessandro Pietropaolo di Modena (Meozzi di Empoli e Gnarra di Siena).

ESPULSI: 37’st Kalombo.

Frison, Ferrario, Sorrentino e Di Massimo: poche novità, molto importanti nella formazione schierata da Palladini che, in un certo senso, “accontenta” il presidente Fedeli. Brividi iniziali dopo pochi minuti con Ferretti che imbecca Musto, bravo a bucare la non perfetta retroguardia ospite. Musto tenta di incrociare il palo lungo di Frison, ma la conclusione termina a lato. Al 13’ Di Massimo si incunea nella difesa dopo un bel tocco a liberare di Sorrentino, Pollace lo stende e il direttore di gara assegna il rigore: va Berardocco e senza pietà spiazza Volpe. Gli eugubini reagiscono con Petti che, dalla fascia di competenza, mette in mezzo un bel cross per Ferretti che colpisce male di testa e fa un favore a Frison mettendo direttamente fuori. Il gioco ospite sembra mettere in difficoltà i padroni di casa; al contrario gli uomini di Magi non riescono ad imbastire azioni pericolose e si limitano a cercare qualche lungo lancio sugli avanti. Alla mezz’ora Di Massimo ferma una ripartenza di casa con un fallo, sulla trequarti. Ferretti si prende il pallone e va a calciare direttamente in porta: Frison non si fa sorprendere e devia l’insidioso tiro. Primo tempo molto positivo e di marca rossoblù (sponda sambenedettese): tanti grattacapi portati alla retroguardia eugubina grazie a diverse sgroppate della premiata ditta Di Pasquale-Di Massimo sulla fascia sinistra. Buona la resistenza del centrocampo, sotto accusa dopo lo scontro contro il Mantova. Si va al riposo con la Samb avanti. Doppio cambio per Magi all’inizio della ripresa e gara che il Gubbio riesce a riportare sui giusti binari. Dopo appena cinque minuti Ferretti di sinistro inventa un tiro che congela Frison (palla sull’angolino alto alla sua destra) e strappa gli applausi del pubblico. Tutto da rifare per la Samb che impiega due minuti per bussare alla porta di Volpe: il primo tiro è di Mancuso e l’estremo risponde con una respinta, Sorrentino replica dal limite dell’area, ma Volpe è straordinario e devia ancora. Al 19’ Volpe la combina grossa. Sfonda sull’esterno Mancuso, cross infido, ma non difficile; il portiere va in crisi e la palla scivola via dai guantoni. Sorrentino, da rapace dell’area, si avventa sulla sfera e la butta in rete sotto i tifosi rossoblù che esplodono: torna in vantaggio la Samb. Le idee eugubine si esauriscono cercando di mettere sotto pressione la difesa di Palladini. Nel tentativo di portare a casa almeno il minimo della posta Magi trasforma il suo Gubbio con l’inserimento di Casiraghi, schierato vicino alle punte, per giocare con un offensivissimo 4-2-4. Sgroppata di Tortolano, dopo triangolazione con Sorrentino, fuga sulla fascia e entrata killer di Kalombo: rosso diretto e Gubbio in dieci. Pochi giri di lancetta al termine con Palladini che butta dentro Fioretti e Crescenzo per Sorrentino e Lulli. Gubbio in difficoltà e Samb che trova il terzo gol. Mancuso e Fioretti danzano sulla fascia destra: l’esterno, inesauribile polmone, mette dentro un intelligente cross per Sabatino che prova il colpo e fulmina Volpe per il 3 a 1. Parzialmente perdonata la sconfitta casalinga di sabato scorso con una prestazione maiuscola della Samb. Ordine in campo e tra i reparti, gioco aggressivo e risultato quasi mai in bilico. È questa la Samb che tutti vorrebbero vedere.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: