La Samb e quelle profezie di Fedeli Jr…


IL COMMENTO

di Alessio Perotti

Due statistiche erano avverse alla vigilia e poco è mancato che entrambe non fossero sfatate. La prima, quella della sfortunata maglia nera, con cui finora erano giunte solo sconfitte a Fermo, Vicenza e Salò, è stata stoppata con un pari preziosissimo, che vale il terzo posto finale. La seconda, quella di non aver mai vinto a Trieste, è stata negata dal più ostinato avversario, il signor Sozza, che ha fatto di tutto per mandare al tappeto la Samb. E già è tanto che non vi sia riuscito. È tornato quel gol, mancato nelle ultime due partite, e potevano arrivarne altri viste le due traverse e la rete ingiustamente annullata a Valente. Ed è stata frenata l’emorragia delle tre sconfitte in quattro incontri, tornando a muovere la classifica in trasferta, dove nel ritorno si è fatta fatica. Da parte sua lo stesso Moriero, tornato clamorosamente in sella, è riuscito ad evitare la sua personale terza sconfitta consecutiva, visto che si era malamente congedato perdendo a Vicenza e in casa contro il Sudtirol. Spazzata via la difesa a 3 “made in Capuano” è tornata la linea a 4, che al di là delle invenzioni di Sozza, ben si è comportata contro il temibile fronte offensivo alabardato. Ma al di là di quanto successo in questo finale di regular season e nella sfida conclusiva del Rocco, dove la Samb ha per la prima volta messo piede, va sottolineata la crescita continua registrata nella gestione Fedeli: promozione in C, settimo posto con superamento del primo turno dei play-off e terza piazza con accesso diretto al terzo turno dei play-off (20-23 Maggio). E una menzione speciale va ad Andrea Fedeli, che sta dimostrando di possedere la stoffa del grande dirigente calcistico. È giovane e potrà migliorare ulteriormente, ma già si sta rivelando equilibrato, oculato, lungimirante ed anche profetico. Lo scorso anno aveva indovinato appieno il settimo posto finale, stavolta aveva parlato di quarto posto, sfiorando il bis, ma sicuramente sarà orgoglioso di essere andato oltre quelle che erano le più rosee aspettative iniziali. Ed ora non ci si accontenterà sicuramente di giocare solamente il terzo turno dei play-off…

Condividi questo post: