L’era Zamparini e la rinascita con Tacopina: storia e curiosità sul Venezia


Dalla fondazione nel 1907 all’avvento in panchina di Pippo Inzaghi: in poche righe ripercorriamo la storia dei Lagunari. Trasferta di quattro ore abbondanti per i tifosi rossoblù…

Nel 1907 presso la Trattoria Corte dell'Orso nasce il Venezia F.C. grazie alla fusione della Palestra Marziale e la Costantino Reyer, squadra di calcio del capoluogo veneto. Gli arancio-verdi disputano 23 campionati di Serie A (gran parte prima della Secondo Dopoguerra). Negli anni ‘60 il Venezia ha vince tre volte il campionato di Serie B; successivamente con il presidente Maurizio Zamparini torna in A nella stagione 1998/99 e 2000/01. Dopo la scelta di Zamparini di acquistare il Palermo, il sodalizio lagunare vede due fallimenti nel 2005 e nel 2009. Nel 2015 l'industriale americano Joe Tacopina, ex comproprietario del Bologna, acquista il Venezia e vince il campionato di Serie D: sua intenzione è riportare il Venezia in Serie A . Pippo Inzaghi è l'allenatore della prima squadra. Le partite interne si giocano al “Pier Luigi Penzo” (7450 posti, terreno di gioco in erba naturale), situato nell'isola di Sant'Elena dove è sepolta Elena di Costantinopoli, madre dell'Imperatore Bizantino Costantino. Il costo complessivo della trasferta è di 129 €: 66 di benzina e 63 di pedaggio autostradale; 424 i km a scorrimento veloce su 434. Presa la A14 in direzione nord si deve procedere per Bologna e poi per Padova, prima di percorrere la Milano-Venezia-Padova. Tempo di percorrenza (andata): 4h e 2m.

ADA

Condividi questo post: