Imolese, storia e curiosità: la squadra che gioca nell’autodromo



di ADA

L’Imola Football Club nasce nel 1919 all’interno della Birreria Passetti. Nel corso della sua storia la formazione romagnola, contraddistinta dai colori bianco e rosso, ha calcato soprattutto palcoscenici di Serie C2 (36 stagioni) e Serie D (38), mentre per 13 volte ha militato in Serie C (o Serie C1). Nel 1969/70 l’U.S. Imolese ha ottenuto il miglior risultato sportivo della sua storia: settimo posto (a pari merito con Lucchese e Ravenna) nel campionato di terza serie. Tre sono i fallimenti che si sono susseguiti nel corso degli anni: il primo nel 1989/90 costò la promozione in Serie C2 ottenuta sul campo battendo il Gualdo nello spareggio, il secondo nell’estate 2005 con il declassamento nel torneo regionale di Eccellenza, infine il terzo nel 2008. Attualmente il sodalizio biancorosso è presieduto da Lorenzo Spagnoli; allenatore della prima squadra è Gianluca Atzori, che a stagione in corso è subentrato a Federico Coppitelli. Le partite interne dell’Imolese si disputano al Romeo Galli: terreno di gioco in erba naturale, capienza di 4.000 spettatori. Lo stadio è situato nel Parco delle Acque Minerali, all’interno del perimetro dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari. Il costo complessivo della trasferta è di 100 euro (36 di pedaggio autostradale); dopo aver percorso verso nord la A14 fino al casello Imola si deve proseguire per 10km su strada provinciale. L’ultimo precedente tra Samb e Imolese risale alla scorsa stagione di Serie C girone B.


IL PRECEDENTE

IMOLESE-SAMB 0-0

IMOLESE (4-3-1-2): Rossi; Boccardi, Carini, Fiore; Hraiech (45’st Valentini), Carraro, Bensaja; Mosti (32’st Gargiulo); Lanini, Cappelluzzo (19’st De Marchi). A disp. Turrin, De Gori, Tissone, Varutti, Giannini, Zucchetti, Ranieri, Rossetti, Giovinco. All. Dionisi.

SAMB (3-5-2): Sala; Biondi, Miceli, Fissore; Rapisarda, Caccetta, Bove (23’st Gelonese), Ilari (16’st Signori), Cecchini (1’st Celjak); Russotto (16’st Stanco), Di Massimo (23’st Calderini). A disp. Pegorin, Rinaldi, Zaffagnini, Rocchi, D’Ignazio. All. Roselli.

ARBITRO: Nicoletti di Catanzaro (Lenarduzzi-Donato).

ESPULSI: 39’st Roselli.


Commenti
Condividi questo post: