Imolese-Samb, IL COMMENTO – Un’altra beffa al fotofinish



di Alessio Perotti

È riuscita la Samb a stoppare la serie nera in trasferta, dove proveniva da tre sconfitte consecutive, ma certo non può soddisfare questo punticino imolese: di nuovo in Emilia dopo Reggio il pari dei padroni di casa è giunto al fotofinish, quando già si pregustava il secondo successo di fila. Certo almeno qui non è poi arrivato a stretto giro il sorpasso e gli uomini di Atzori si sono dimostrati nettamente superiori al loro attuale terzultimo posto in classifica, portando a 6 i turni di imbattibilità. Queste però sono magre consolazioni di fronte a tre preziosissimi punti volati via ad un refolo dal triplice fischio finale, nonostante Montero avesse appena rinfoltito il pacchetto difensivo con l’innesto di Miceli come terzo centrale. È quindi tornato il segno X (quarto in totale) sulla ruota rossoblù, da cui mancava da 10 partite (5 vittorie e 5 sconfitte), ovvero dalla lontana sfida del 25 settembre contro un’altra emiliana, il Modena (come i due precedenti pareggi per 1-1 anche questo subito in rimonta). Confermato l’ottavo posto in graduatoria, che attualmente rispecchia i valori di questa Samb, resta il rammarico per non essere riusciti a mantenere inviolata la propria porta (fuori casa è successo solo a Ravenna) in una ripresa, in cui gli emiliani, pericolosi invece nella prima frazione, non avevano creato soverchi grattacapi a Santurro. Si sa però che se non chiudi le gare, come la Samb avrebbe potuto fare, il pericolo è sempre incombente e così sugli sviluppi di un calcio piazzato, così come era d’altronde arrivato il vantaggio di Rapisarda, è giunto il pari locale. Diciamolo pure, non fa gridare allo scandalo, ma va sottolineata la pecca sulle numerose ripartenze imbastite, che non hanno fruttato l’auspicato raddoppio per mettere in ghiaccio il match. Montero, nuovamente ammonito e sulla soglia della squalifica, aveva detto nella conferenza prepartita di aver lavorato molto in settimana sulle ripartenze: evidentemente non è bastato e si dovrà insistere su questo aspetto. Intanto ci sarà più tempo per preparare la prossima sfida, contro un’altra pericolante come il Gubbio: si giocherà lunedì sera con l’obiettivo di cogliere il terzo successo consecutivo al Riviera.


Commenti
Condividi questo post: