Il Grottammare abbatte il Sassoferrato Genga grazie al baby Franchi




GROTTAMMARE-SASSOFERRATO GENGA 1-0
GROTTAMMARE (4-3-3): Renzi; Ferrari, Lanza, Oresti, Vallorani; Franchi, De Cesare, Traini; Jallow (48’st Bruno), Di Antonio, De Panicis (36’st Orsini). A disp. Beni,Vespasiani, Haxhiu, Ioele, Giuliani, Casolla, Ciabuschi. All. Manolo Manoni.
SASSOFERRATO GENGA (4-3-1-2): Latini; Petroni (27’st Gubinelli), Ruggeri Cristiano, Corazzi, Cicci (40’st Zucca); Salvatori (40’st Morra), Gaggiotti, Monno; Calvaresi; Piermattei (27’st Bonci), Ruggeri Samuele. A disp. Di Claudio, Bizzarri, Lippolis, Brunelli, Ciccacci. All. Simone Ricci.
ARBITRO: Serafino Marchei di Ascoli Piceno (Forconi-Tidei).
RETE: 7’st Franchi
NOTE. Spettatori: 100 circa; espulsi al 43′ mister Ricci, al 14’st mister Manoni, 49’st Di Antonio; ammoniti: Coraggi, Petroni, Monno, Traini, De Cesare, Latini; angoli: 3-5; recupero: 2’+5′.

Il Grottammare si regala un fine d’anno con i fiocchi con la vittoria di misura sul Sassoferrato Genga che permette di scalare la classifica e abbandonare la zona playout. Conquistare il successo non è stato semplice perché gli avversari hanno dato parecchio filo da torcere soprattutto nel primo tempo dove hanno messo in difficoltà la difesa biancoceleste. Match winner il giovane Simone Franchi, classe 2001, al secondo centro in quattro partite giocate.

CRONACA: subito brivido per la difesa di casa, dopo 30 secondi quando un tiro di Calvaresi mette in difficoltà Renzi che non trattiene. Sul pallone si fionda Piermattei che mette dentro ma l’assistente ha la bandierina alzata e l’arbitro annulla. All’8′ Samuele Ruggeri crossa verso Piermattei ma Oresti è bravissimo ad anticiparlo al momento del tiro. Un minuto dopo Monno mira l’angolino ma Renzi è reattivo ed evita la segnatura. All’11’ De Panicis impegna Latini che para in due tempi.


La ripresa si apre col vantaggio del Grottammare: corre il 7′ quando De Panicis serve Di Antonio che vede l’inserimento di Franchi e gli fornisce un assist perfetto per battere Latini in diagonale. Al 15′ il Grottammare potrebbe raddoppiare: Jallow, a contrasto con Corazzi, cade in area. L’arbitro fischia il rigore ma De Panicis si fa ipnotizzare da Latini che respinge. Al 37′ Jallow, solo davanti al portiere, si fa anticipare al momento del tiro. Gli ultimi minuti vedono un Sassoferrato attaccare a pieno regime ma la difesa biancoceleste ribatte ogni pericolo.

Condividi questo post: