Il giorno di Fedeli: «Emozionato. A Beoni ho detto: chiedi chi vuoi, io voglio vincere»


Più di duecento tifosi hanno preso parte alla conferenza di presentazione del nuovo presidente della Samb, giunto al Riviera in Ferrari. Chiuso il discorso allenatore, per il ruolo di d.s. in corsa anche Marcaccio…

 

L'ACCOGLIENZA, LE EMOZIONI, LE AMBIZIONI – Un vero e proprio bagno di folla ha accolto il nuovo presidente della Samb Franco Fedeli, insediatosi in mattinata assieme al figlio Andrea. Più di duecento tifosi hanno presenziato alla conferenza stampa indetta dalla società, che così è divenuta una vera e propria presentazione pubblica. “Devo dire che sono un po' emozionato dopo una mattinata come questa, non ero abituato a tutto questo calore – le prime parole del nuovo patron rossoblù al termine della conferenza –. Credo di aver fatto la scelta giusta venendo a San Benedetto, ci sono tutte le premesse per fare belle cose.” Il 72enne imprenditore leader della gruppo Elite (presentatosi in Ferrari al Riviera) è poi entrato nel merito con chi gli ha chiesto come mai nel corso degli anni abbia deciso di cambiare piazza in maniera frequente. “È la prima volta nella mia carriera calcistica che ho una società al 100 per cento; in passato sono stato costretto a cambiare diversi club perché essere un socio di minoranza non è spesso facile: ora non devo litigare con nessuno, se farò bene o no me ne assumerò la responsabilità. A San Benedetto c'è voglia di vincere? Beh, si tratta della stessa voglia che ho io.”

SULLA SQUADRA – “Da ieri sera la squadra che avevo allestito al Rieti si trova a Cascia in sede di ritiro. Domani mio figlio Andrea si recherà a Serravalle del Carda per fare una chiacchierata con tutti quanti, dopo di che cercheremo di allestire una squadra importante per vincere il campionato.” “Paradossalmente però – ha poi detto proprio Andrea Fedeli – allo stato attuale nemmeno andando ad unire il meglio dei due organici si potrebbe allestire una squadra all'altezza dell'obiettivo. Attesi, dunque, altri movimenti in entrata oltre a quelli del “travaso” sull'asse Rieti-Samb. Praticamente chiuso il discorso allenatore, come conferma il presidente: “credo sarà Beoni. Sull'altro (De Patre) mi dispiace ma non mi posso esprimere perché non lo conosco: in questo momento io ho una certezza con Beoni. A lui ho detto 'mister, mi chieda pure chi vuole, ma tenga conto che io voglio vincere.'”. Per il ruolo di direttore sportivo in corsa sembra esserci anche Marcaccio. La data ultima per l'allestimento della squadra è all'incirca per ferragosto. Un ferragosto che i tifosi della Samb passeranno tranquilli sotto l'ombrellone, ringalluzziti per le nuove speranze sul futuro rossoblù. L'era Fedeli è iniziata.

Daniele Bollettini

 

Condividi questo post: