Guardia alta di Pettinelli: «Il Giulianova cercherà di colpirci sulle ripartenze»


La confusione che regna sovrana tra gli avversari non toglie il sonno all’ex Perugia: «Ci preoccupiamo poco di ciò che abbiamo intorno, pensiamo a fare la nostra partita»…

Arrivato nel mercato di riparazione a dar man forte sulla fascia difensiva destra, lui che sa adattarsi anche a giocare in posizioni più avanzate, è già tra i protagonisti del girone di ritorno della Samb. Edoardo Pettinelli analizza il momento rossoblù e parla della sua esperienza in riviera.

VINCERE E CONVINCERE –  Ottavio Palladini vuole una prestazione convincente in terra abruzzese, l'esterno destro rossoblù lo sa e domenica assicura che nulla sarà lasciato al caso: «Il pareggio rimediato contro l'Isernia ci sta un po' stretto, sappiamo di non poter vincere tutte le partite. In questo momento c'è la mentalità giusta e cerchiamo di affrontare al meglio ogni incontro: andremo a Giulianova cercando di portare a casa il risultato, in un certo senso, anche per rifarci dei due punti persi. – Il terreno di gioco stretto, il terremoto societario, una squadra con l'acqua alla gola, ma Pettinelli non è preoccupato: «Il campo è quello che è e la squadra cercherà di difendersi puntando sulle ripartenze, faremo la nostra gara perché restando compatti sappiamo che le occasioni, prima o poi arrivano, vogliamo portare a casa il risultato. Noi costruiamo la settimana pensando alla Samb e non agli avversari, studiamo gli avversari la domenica quando si schierano in campo, ci interessa poco quello che c'è intorno. Il campionato non è ancora finito, mancano otto gare e vanno giocate. Faremo di tutto perché la matematica ci faccia diventare vincitori il prima possibile: il presidente ce lo chiede e la tifoseria ce lo chiede».

L'ESPERIENZA A SAN BENEDETTO –  Doveva essere uno dei pilastri già dall'estate, poi la trattativa si è chiusa a sei mesi di distanza: «Ero stato contattato in estate, poi tra una valutazione e l'altra è stato ritardato il trasferimento. Sono felice perché mister e squadra mi hanno accolto molto bene. C'è un gruppo molto solido perché oltre che giocatori ci sono uomini. Credo di aver ringraziato il mister per le possibilità che mi ha dato in campo e voglio continuare così per aiutare a raggiungere l'obiettivo. – Ambiente caldo, quello di Perugia, non meno quello sambenedettese. L'impatto con il Riviera ha lasciato di stucco il giocatore – Mi avevano parlato di questa tifoseria, ma sono comunque rimasto stupito perché hanno un calore esaltante, sono molto uniti e danno una grande mano durante le partite».

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: