Grottammare, Manoni: «La squadra è giovane ma di qualità»




E’ partita ufficialmente la stagione del Grottammare con il raduno scattato giovedi 25 luglio agli ordini del tecnico Manolo Manoni allo Stadio ‘Filippo Pirani‘. La rosa è notevolmente ringiovanita in quanto se ne sono andati giocatori del calibro di Oresti e Traini ma Manoni si mostra fiducioso: «Rispetto allo scorso anno ci sono stati un po’ di cambiamenti; la squadra è giovane ma penso che abbia delle qualità. Ci sono state partenze di uomini importanti e abbiamo cercato di sopperirle con calciatori un po’ più giovani ma che hanno alle spalle dei campionati e, soprattutto, sono molto vogliosi di mettersi in discussione nel campionato di Eccellenza Marche.

Sono arrivati un paio di ragazzi che fino ad ora avevano giocato in Abruzzo e non hanno mai disputato questo torneo ma sono molto motivati e carichi. Quest’anno in prima squadra ci sono diversi elementi provenienti dalla squadra Juniores e quindi di prospettiva ed è normale che potremmo fare ancora qualcosina per completare la rosa. Ora dobbiamo pensare a lavorare per diventare squadra».

Che campionato potrà disputare il Grottammare?
«Il mio primo obiettivo è quello di creare una squadra nel più breve tempo possibile lavorando giorno per giorno per accorciare i tempi. Dove ci collocheremo? Non lo so e neanche lo voglio dire in questa fase della preparazione. Conoscete quale sia la mia mentalità, la mia ambizione e che non temo nessun avversario. E’ chiaro che quando si cambia tanto ci vuole del tempo ma abbiamo scelto, oltre ai giocatori, anche persone di un certo valore a livello umano e questo sicuramente mi aiuterà».


Condividi questo post: