Gravina boccia il progetto “Squadre B”: «Il fatto che solo una sia presente la dice lunga»


A margine di una lunga intervista rilasciata al Corriere dello Sport, Gabriele Gravina, ha preso in considerazione anche il progetto delle “Squadre B“. Inizialmente presentato come innovativo e studiato per aumentare l’appeal della categoria, si è rivelato povero di idee e realizzato in maniera troppo frettolosa. Lo stesso presidente della Lega Pro non ha usato mezze parole per spiegare il concetto:

«Squadre B? Il progetto doveva essere innovativo. Invece la montagna ha partorito un topolino per la fretta con la quale si è agito. Il fatto che abbia riguardato un solo club italiano (la Juve, ndr), la dice lunga. Tuttavia la cosa più triste è l’effetto distorsivo che ha generato».


Commenti
Condividi questo post: