Giulianova nel caos: Serraiocco vuole lasciare. E domenica si può giocare a L’Aquila


Contro il San Nicolò sono arrivate sconfitta e contestazione. Gelsi si è dimesso. Incognita legata alla trasferta sambenedettese di domenica: il match si potrebbe giocare al Fattori, ma la decisione verrà presa martedì…

TERREMOTO – Era successo anche all'Isernia e proprio nella settimana immediatamente precedente l'incontro con la Samb tocca al Giulianova. I risultati non arrivano, il cambio tecnico operato a dicembre non ha sortito gli effetti sperati così squadra e società sono sotto accusa e la tifoseria ha messo in atto una pesante contestazione. Gelsi e il suo secondo Pisano si sono dimessi in giornata. L'altra questione è quella legata alla società rea, secondo la tifoseria, di non aver fatto nulla per migliorare la situazione sportiva ed economica della squadra. Serraiocco, così, potrebbe incaricare un gruppo di avvocati a proseguire la gestione del club fino al termine della stagione.

TRASFERTA SAMB – Indirettamente chi ne pagherà le spese è la Samb perché si troverà ad affrontare una squadra disperata, esasperata e con una nuova guida tecnica. A questa si unisce l'incognita legata all'impianto del Fadini: il questore potrebbe vietare la trasferta ai tifosi sambenedettesi, vista la sproporzione tra posti disponibili (circa 300) e il numero di tifosi che potrebbero partire da San Benedetto. Un'alternativa sarebbe quella di spostare la gara in campo neutro: è stata avanzata l'ipotesi L'Aquila, ma la decisione degli organi preposti arriverà nella giornata di martedì.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: