Gare ravvicinate e obblighi di calendario, Capuano: «Il Vicenza ha giocato venerdì, noi domenica»


La pioggia, lo dicono le previsioni, cadrà intensa nella notte. Domani nel tardo pomeriggio Samb e Vicenza si affronteranno sul provato manto erboso del Riviera delle Palme. Più che la situazione precaria del terreno di gioco, deprecabile, ma democratica (coinvolgendo entrambe le squadre), Capuano punta il dito sulla disparità di trattamento tra Samb e Vicenza con i rossoblù che scenderanno in campo con qualche giorno di riposo in meno rispetto ai biancorossi.

«Credo si giocherà una gara su campo pesante. Questo non deve frenarci. Voglio dire una cosa: qualsiasi avversario affrontiamo sento dire che la Samb è una squadra fisica. Noi, dalla trequarti, siamo una squadra molto tecnica. Tra un po’ ci ritroviamo a ferragosto e non siamo riusciti a giocare una gara su un Riviera in condizioni decenti. Domani si scenderà su un campo infame. Io credo sia impossibile far giocare una squadra di venerdì e una di domenica ed incrociarle nell’infrasettimanale. Il Vicenza ha avuto due giorni in più per recuperare, sono scelte senza nessun senso. C’è chi ha giocato domenica e gioca mercoledì e chi venerdì e mercoledì. Nelle nostre stesse condizioni c’è anche il Teramo che incontrerà il SudTirol. È una scelta insensata».

Riguardo un eventuale turover spiega:

«Qualcosa dovrò fare. Su un campo simile e con partite così ravvicinate in qualche modo si dovrà intervenire su chi scenderà in campo. Ma io ho tanti giocatori bravi, chiunque non faccio giocare sbaglio».

Commenti
Condividi questo post: