Feralpisalò-Samb 1-2: Lescano e Botta segnano, la Samb inizia alla grande il 2021. LA CRONACA



FERALPISALÒ-SAMB 1-2

di Daniele Bollettini

MARCATORE: 34’pt Lescano, 10’st Botta, 37’st Miracoli.

FERALPISALÒ (4-3-2-1): De Lucia; Bergonzi, Vitturini (37’st Farabegoli), Giani, Rizzo (20’st Brogni); Gavioli (dal 1’st D’Orazio), Carraro, Guidetti; Ceccarelli (20’st De Cenco), Tulli; Miracoli. A disp. Liverani, Magoni, Petrucci, Messali, Pinardi, Libera Hergheligiu. All. Zanin (Pavanel squalificato).

SAMB (3-4-2-1): Nobile; Cristini, D’Ambrosio, Enrici; Masini, Shaka Mawuli (dal 22’st De Ciancio), Angiulli, Trillò (dal 35’ Liporace); Botta (13’st Nocciolini), Bacio Terracino (dal 22’st Chacon); Lescano (dal 35’ Maxi Lopez). A disp. Laborda, Fusco, Occhiato, Malotti, Rocchi, Mehmetaj. All. Zironelli.

ARBITRO: Petrella di Viterbo (Di Costa-Perrelli, Lovison).

AMMONITI: 28’ Shaka Mawuli, 36’st Guidetti, 40’st Nobile.

NOTE: Cielo nuvoloso, temperatura di 3°C circa. Terreno di gioco in buone condizioni. Feralpisalò in maglia biancoverde, pantaloncini e calzettoni blu; Samb in completo bianco, maglia con striscia verticale rossoblù.


SALÒ (BS) – Anno nuovo Samb nuova. Per il primo impegno del 2021 Mauro Zironelli schiera una formazione inedita, con diverse sorprese tra centrocampo e attacco. Sulla sinistra prima presenza in assoluto per Lorenzo Trillò (integrato in lista dopo l’estromissione di Scrugli), preferito a Liporace e Malotti; davanti ci sono Botta e Bacio Terracino a supporto di Lescano, con i big Nocciolini e Maxi Lopez costretti alla panchina. Scelte obbligate invece in difesa per via delle assenze, tra gli altri, di Biondi (squalificato) e Di Pasquale (infortunato). Due trequartisti a supporto della punta anche per la Feralpi degli ex Tulli e Miracoli, con quest’ultimo che si rende pericoloso di testa al 16’ con una girata di testa, su cui però non ha troppi problemi Nobile. Le squadre sono corte e la contesa si gioca molto sul piano tattico, e in un contesto così livellato risulta ancor più determinante la classe cristallina di Ruben Botta: dai suoi piedi passano quasi tutti i palloni pericolosi giocati dalla Samb. Il dieci lavora bene con Masini, che spesso sovrappone a destra, e imbecca i movimenti di Lescano e Bacio Terracino: al 20’ l’ex Fermana riceve in ottima posizione, ma perde l’attimo giusto per calciare e De Lucia esce bene. La Feralpi risponde con qualche minuto di buon possesso, ma senza trovare il varco giusto. Quando Botta agita il mancino, invece, la Samb ha sempre la possibilità di fare male. Al 34’ il fantasista trova Lescano in piena area di rigore, il numero 32 svetta su Giani e impatta di testa indirizzando sul primo palo: traiettoria perfetta, quarto gol in campionato e Samb avanti 1-0 al Turina. La risposta dei gardesani c’è, ma al 40’ la Samb ha già l’occasione per sferrare il colpo del knock out: lo scatenato Botta penetra in area, ma la sua conclusione è strozzata e il pallone sfiora il palo alla sinistra di De Lucia. Tre minuti più tardi, però, sale in cattedra Tommaso Nobile. La Feralpi sfonda a destra e Guidetti calcia di prima col sinistro da ottima posizione, ma il portiere sambenedettese – in controtempo – compie una prodezza bloccando il pallone, permettendo ai suoi di chiudere il primo tempo in vantaggio. Il pericolo scampato viene interpretato nella maniera più giusta dalla squadra di Zironelli: la giornata sembra una di quelle buone e sarebbe un peccato non mettere i tre punti al sicuro al più presto, contro un avversario importante ma che appare molto imballato. Come riuscirci? Beh, in giornate come queste è facile: dare palla a Ruben Botta e poi vedere cosa succede. Già, perché per arrivare al 2-0 accade esattamente questo. È il 10’ quando il trequartista prende palla sui trentacinque metri, in posizione defilata, e inizia uno slalom tra un paio di avversari che lo porta in area di rigore: ancora un paio di tocchi di fino e poi la stoccata in diagonale col destro, che vale il 2-0. Nell’occasione l’indiscusso MVP della partita accusa un piccolo problema muscolare, così Zironelli di lì a poco lo sostituisce per Nocciolini (e con Chacon al posto di. Pavanel, invece, si sbilancia con gli ingressi di D’Orazio e De Cenco. La Samb, però, sembra in controllo e riesce a mantenersi sulla trequarti avversaria anche dopo gli innesti di Chacon e De Ciancio, che rafforzano la mediana, e Maxi Lopez e Chacon per garantire la giusta freschezza in attacco. Nel finale, però, è il classico gol dell’ex a regalare il brivido. Mancano otto minuti al 90’ quando Miracoli anticipa tutti su calcio d’angolo e di testa ridà fiducia alla Feralpi, che poco dopo sbatte per l’ennesima volta contro Nobile con una conclusione di Tulli. Tutto si complica all’improvviso, ma la Samb tiene Botta e dopo quattro minuti di recupero arriva il triplice fischio. Il 2021 inizia alla grande.


TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB

Commenti
Condividi questo post: