Fedeli si corregge: «Moriero esonerato. Sono stanco, non so se farò un altro anno»


Al termine di Samb-SudTirol prende parola solo il presidente, visibilmente amareggiato dopo la sconfitta rimediata.

«In questi casi è sempre l’allenatore a pagare. Devo rimproverarmi tutto. Abbiamo sbagliato tante cose a partire da qualche contratto che ho firmato a cuor leggero. Ho accettato la decisione del mister per avere la possibilità di cambiare qualcosa. Ci sono giocatori che mi hanno deluso in particolare ed è mancato proprio l’apporto dei più esperti che avrebbero dovuto garantirci maggior affidabilità. Adesso dovremo muoverci presto per poter trovare subito un nuovo tecnico che arriverà tra domani e dopo. La squadra atleticamente non c’è ed è quanto ha detto il mister. Mettiamoci nelle sue condizioni: sono decisioni difficili da prendere e io non vorrei essere mai nelle sue condizioni. Lasciamo stare Sanderra e gli altri santi. Già contro il Fano e domenica si è vista una certa situazione in campo. Col Renate eravamo usciti integri. Le dimissioni non si programmano e quando vengono devono essere accettate. Non potevo rifiutare la scelta del tecnico. Dal nuovo allenatore pretenderò una squadra che giochi in maniera divera, in maniera migliore».

Il presidente, in un secondo momento, è rientrato in sala stampa per rettificare:

«Ci siamo accordati con Moriero per le sue dimissioni. In un primo momento aveva rassegnato le dimissioni, poi ha cambiato le carte in tavola. Sia il tecnico che il suo secondo Cudazzo sono stati esonerati».

In coda al rientro il presidente ha aggiunto:

«Sono stanco, non so se resterò un altro anno».

 

 

Condividi questo post: