Fedeli Jr e i rinnovi: «Vallocchia, almeno un biennale». Meno certe le conferme di Pezzotti e Sabatino


L’amministratore delegato della Samb ha fatto il punto sulla questione conferme: nella prossima settimana incontro con i procuratori di Aridità e Mori. Ok anche Damonte e Rapisarda…

Andrea Fedeli vuole essere cauto e qualche trattativa per il rinnovo rallenta: «Qui paghiamo tutti – Se la ride sotto i baffi – Non c'è motivo che i procuratori stiano a San Benedetto ed è per questo che molti incotri slittano». Niente di preoccupante, quindi.

LA SITUAZIONE – Con Daniele Mori e Vincenzo Aridità, punti di riferimento della retroguardia rossoblù, ci si incontrerà settimana prossima, previo meeting con i rispettivi procuratori. Diversa è la situazione di Loris Damonte che, in un recente intervista, ha ammesso di stare bene in una piazza come San Benedetto, ma di non pensare ancora al rinnovo. Anche qui l'AD ha spiegato che con l'agente del centrocampista c'è stato un dialogo in cui la società ha precisato che la volontà è quella di riconfermare il giocatore anche per la prossima stagione. Parole al miele per Andrea Vallocchia: «Non è il tipico under che si prende per scommessa. È un giocatore in continua crescita, di nostra proprietà e sul quale stiamo puntando forte. Gli proporremo un rinnovo che lo legherà alla Samb fino al 2019, un biennale, anche se si potrebbe anche discutere su una base di tre anni. Vedremo…». Vedremo è il leitmotiv che accompagna anche gli altri due centrocampisti, Lulli e Sabatino e il capitano Marco Pezzotti. Riguardo quest'ultimo, Andrea Fedeli, ammette di voler vedere qualcosa in più, in campo che gli valga la riconferma per la prossima stagione dove i club di Lega Pro vedranno ridurre il numero di "over" tesserabili: si dovrà fare una accurata selezione dei giocatori più esperti da tenere in rosa. In merito alla questione legata a Luca Lulli conferma: «La volontà del giocatore è di restare e qui sta bene, prossimamente sentiremo anche il suo procuratore per vedere il da farsi». Meno sicurezze riguardano l'eventuale riconferma di Alessandro Sabatino: «Da parte nostra c'è la massima disponibilità, questo è chiaro, insieme a Pezzotti è una persona che lavora con la famiglia Fedeli da cinque anni. Alessandro è un classe '81 e quindi dipenderà da lui decidere o meno se restare». Il primo giocatore che potrebbe rinnovare è Francesco Rapisarda: domenica al Riviera delle Palme arriverà il procuratore dell'ex Lumezzane che avrà la possibilità di discutere la riconferma del proprio assistito nella prossima stagione.

BACINOVIC – Chi potrebbe non aver garanzia di restare, contrariamente a quanto ammesso nei giorni scorsi, è Armin Bacinovic. Lo sloveno, arrivato a San Benedetto nel corso del mercato di riparazione, sta trovando la miglior forma anche grazie alla fiducia di ambiente e tecnico. Andrea Fedeli sembra però non voler premiare quasto impegno: «Armin ha giocato in Serie A, ci si aspetta quindi che in queste categorie faccia la differenza e, se l'ultima partita della stagione fosse stata quella di Salò, non meriterebbe la riconferma. È vero che intorno a lui è stata creata una gabbia che gli ha impedito di esprimersi al meglio, ma da un calciatore della sua esperienza ci si aspetta una soluzione al problema. Non mi è piaciuto, ma c'è tempo perchè si guadagni una eventuale riconferma»…

Domenico del Zompo

Commenti
Condividi questo post: