Fano-Samb 0-2, LE PAGELLE | D’Angelo e Bacio, gol e qualità



FANO-SAMB 0-2, LA CRONACA

MONTERO: «ABBIAMO SAPUTO SOFFRIRE»

SERAFINO: «CRESCEREMO ANCORA»

NOBILE                             6,5

Preciso tra i pali nelle poche circostanze in cui viene sollecitato dagli attaccanti fanesi, è sicuro anche nelle uscite e nelle giocate con i piedi che facilitano l’opera di costruzione del gioco. Prima partita da imbattuto.

LAVILLA                            6,5

Esordio assoluto per il giovane terzino destro, preferito a Scrugli. Dimostra personalità proponendosi spesso sulla trequarti e non commettendo gravi errori in copertura.

CRISTINI                           6,5

Il suo infortunio è forse la nota più negativa della domenica fanese. Nei primi minuti aveva mostrato la sicurezza già palesata nelle prime giornate, imponendosi in una difesa che aveva trovato in lui una delle poche certezze.

D’AMBROSIO                  6

L’ex Siena si rivela un osso duro per gli attaccanti dell’Alma (che pure non vivono la loro giornata migliore). Un po’ impreciso in disimpegno, ma la sua prova è comunque sufficiente.

LIPORACE                         6

Il suo sinistro più che educato è un’arma in più sulle palle inattive: il gol di D’Angelo, infatti, nasce da un calcio d’angolo battuto proprio dall’esterno argentino. Nel finale, però, viene espulso per un fallo su Barbuti.


D’ANGELO                       8

L’ex Avellino e Casertana avrà anche pochi minuti nelle gambe, come dimostra il cambio all’intervallo, ma dà l’impressione di aver poco a che fare con questa categoria, con temperamento e giocate di ottimo spessore. Reattivo e ben posizionato per siglare il gol del vantaggio.

ANGIULLI                         6

Il metronomo rossoblù si vede spesso “scavalcato”, soprattutto nel secondo tempo che vede il Fano inutilmente riversato in avanti. Costretto soprattutto ad un lavoro di copertura, si guadagna comunque la sufficienza.

SHAKA MAWULI             7

Altra prestazione ben al di sopra della sufficienza per il centrocampista ghanese. Oltre che per il grande lavoro in fase di interdizione si fa apprezzare anche per i suggerimenti in favore dei compagni. Talento.

BACIO TERRACINO         7,5

Dietro alle due gioca il pallone con velocità e qualità, trovando sempre gli spazi giusti tra le prime due linee fanesi. Meritato il gol con cui allunga le distanze prima dell’intervallo. Tiene botta anche nella ripresa.


MAXI LOPEZ                    6,5

Non sarà ancora sorretto dalla migliore condizione atletica, ma col pallone tra i piedi fa la differenza, e non solo quando è in area di rigore come testimoniato dall’azione che porta al gol di D’Angelo. Catalizza su di sé sempre un paio di difensori, aprendo spazi per l’inserimento dei compagni.

LESCANO                          7

L’importanza di avere una rosa lunga sta nel permettersi di far riposare un attaccante come Nocciolini e far giocare un uomo da doppia cifra come lui. Svaria molto sul fronte offensivo, vincendo diversi duelli e risultando prezioso in appoggio per i compagni.

ENRICI                              6,5

Nella partita in cui Montero vorrebbe fargli tirare un po’ il fiato, ci si mette l’infortunio di Cristini a complicare i piani rossoblù. Fa il suo dovere, specie in un secondo tempo che si sviluppa per buona parte nella trequarti ospite.

ROCCHI                           6

Un po’ in sofferenza in una ripresa che vede il Fano guadagnare metri, senza però rendersi troppo pericoloso dalle parti di Nobile. Appena sufficiente.

MALOTTI                          6

Infortunatosi nel precampionato sta iniziando a trovare spazio nelle rotazioni di Montero e, se continuerà ad essere così partecipe nella manovra, la sua duttilità potrà tornare più che utile alla causa.

MASINI                             6,5

Il suo ingresso è fondamentale per aggiungere freschezza in un centrocampo un po’ sulle gambe nella ripresa. Stoppa con tempismo almeno un paio di pericolose offensive fanesi.

NOCCIOLINI                    S.V.

Turno di riposo per il barba-bomber, che sostituisce Maxi Lopez quando la pratica Fano è pronta per essere archiviata.


Condividi questo post: