Fabriano Cerreto-Grottammare 2-0, i biancocelesti cedono nel finale alla doppietta di Galli. LA CRONACA


FABRIANO CERRETO – GROTTAMMARE 2-0
FABRIANO CERRETO (4-4-2)
: Santini; Gilardi, Stortini, Cenerini, Bartolini; Baldini, Bartoli (28’st Benedetti), Borgese, Bordi (28’st Giuliacci); Galli (45’st Dauti), Gaggiotti (45’st Mariucci). A disp. Rossi, Berrettoni, Lucarini, Morazzini, Montecchia. All. Renzo Tasso
GROTTAMMARE (4-3-3): Renzi; Orsini, Oresti, Di Antonio, Vallorani; Traini, Haxhiu (32’pt Vespasiani), De Cesare; D’Angelo, Ciabuschi (25’st Rapagnani), De Panicis (19’st Jallow). A disp. Pignotti, Mancini, Casolla, Ioele M., Maiga Silvestri, Franchi. All. Manolo Manoni
Arbitro: Bottin di Ancona
Reti: 42’st e 44’st Galli
Note. Ammoniti: Haxhiu, Galli; recupero: 2’+4′

FABRIANO – Si interrompe contro il Fabriano Cerreto la serie positiva del Grottammare. Gli uomini di Manoni hanno ceduto sono nei minuti finali a una doppietta di Galli. I primi a farsi vedere sono proprio i biancocelesti con D’Angelo che al 12′ chiama alla respinta di piede Santini poi sale in cattedra la coppia Galli-Gaggiotti: il primo mette di poco fuori al 17′ mentre il secondo trova una grande risposta del giovane Renzi a dire no.
Il Grottammare perde Haxhiu, uscito dolorante dopo un contrasto a centrocampo con Bartoli, e alza il tasso agonistico ma il Fabriano fa tremare la difesa ospite con continui cross dalle fasce.

Ad inizio ripresa De Panicis può gridare alla sfortuna quando al 7′ va vicino al gol che gli viene negato solo dal palo. Sul capovolgimento di fronte è Galli a sbagliare da una favorevole posizione. Nel finale, però, la gara si sblocca: corre il 42′ quando l’ex Monticelli risolve una mischia poi, due minuti dopo, è lesto a ribadire in rete una respinta di Renzi dopo un tiro di Benedetti.

Al Grottammare rimane il rammarico per un risultato positivo sfuggito proprio sul finale ma la consapevolezza di aver lottato alla pari con una delle formazioni più attrezzate del campionato.


Condividi questo post: