Difesa sicura, Rapisarda agguerrito: Samb-Rimini, LE PAGELLE



SAMB-RIMINI FINISCE 0-0: LA CRONACA

ROSELLI: «VITTORIA MOLTO IMPORTANTE»

FEDELI: «VITTORIA OK, MA MANCA IL GIOCO»

PEGORIN                          6,5

Per giudicare la partita, e più in generale il momento che sta attraversando il numero uno basta dire che col Rimini ha chiuso senza subire gol per la quinta volta nelle ultime sei partite. Sicuro su ogni fondamentale.

CELJAK                              6,5

Dominante a livello fisico, si concede anche qualche break per far ripartire in velocità l’azione. Peccato che poi si vada ad aggiungere alla già lunghissima lista degli infortunati, disertando a metà partita.

MICELI                              6,5

Qualche disimpegno un po’ così nel primo tempo, ma davvero poca cosa nel computo di una prova molto buona: dirige la difesa da leader e contribuisce spesso in fase di impostazione.

ZAFFAGNINI                    6,5

Arlotti ci prova con qualche spunto in velocità, ma riesce a pungere soltanto nei primi minuti tenendosi alla larga dall’ex Albinoleffe, che si fa rispettare per tutti i novanta minuti.


RAPISARDA                      7

Dopo il turno di riposo forzato causa squalifica torna a bomba sulla fascia destra, arrivando di frequente negli ultimi metri: non a caso si conquista il calcio di rigore che vale la vittoria. Agguerrito.

ROCCHI                            6,5

Coraggioso nei contrasti e propositivo nella giocata, perde qualche pallone di troppo ma riesce spesso ad aggiungere pepe ad una trama di gioco troppo insipida.

CACCETTA                        6

Dopo qualche spezzone di partita Roselli lo schiera dal primo minuto affidandogli tutto il peso del centrocampo: appare ancora sottoritmo, ma la sua qualità non potrà che essere utile alla causa.

SIGNORI                           6,5

Più mobile del solito sulla sinistra, arriva spesso ad affiancarsi sulla linea degli attaccanti. Suo il tocco per Rapisarda che poi viene abbattuto da Nava nell’azione da rigore.


CECCHINI                         6

Sulla corsia mancina gioca diversi palloni, testando le non sicure mani di Nava in più di un’occasione. Preciso anche quando c’è da coprire nella propria metà campo.

ILARI                                 6

Primo tempo a supporto di Calderini in attacco e ripresa nel cuore del centrocampo: disputa una partita ordinata, anche se senza acuti in fase offensiva.

CALDERINI                       7

A dieci minuti dal termine di una partita che stava prendendo in maniera sempre più netta la piega dello 0-0: il primo gol stagionale non poteva arrivare in un momento migliore. Freddo dal dischetto, spiazza Nava e fa esplodere il Riviera.

GELONESE                       6,5

Costretto a prendere il posto di Celjak nei tre dietro per tutto il secondo tempo, è da elogiare già solo per non aver commesso errori.

RUSSOTTO                       6

Aggiunge un po’ di vivacità in attacco nel finale, mostrando una condizione che pian piano sta migliorando.


Condividi questo post: