Coppa Italia: Porto d’Ascoli-Forsempronese 1-2, la sconfitta arriva in zona Cesarini




PORTO D’ASCOLI-FORSEMPRONESE 1-2
MARCATORI:
26′ Conti, 28′ Valentini, 44’st Patarchi
PORTO D’ASCOLI (4-2-3-1)
: Di Nardo; Petrini, Vallorani, Sensi, Trawally; Rossi, Gabrielli; Valentini, Ciarmela, Verdesi; Ruggeri. A disp. Cannella, Voltattorni, Vannicola, Pasqualini, Lazzarini, Di Marco, Cinaglia, Vespa, Di Tecco. All. Domenico Izzotti.
FORSEMPRONESE (4-3-3): Piagnerelli; Copa, Camilloni, Patarchi, Zandri (44’st Buresta); Gallotti (43’st Pandolfi), Paradisi, Conti; Pagliari, Barattini (29’st Battisti), Loberti. A disp. Chiarucci, Fontana, Bianchi, Bucchi, Biagioli, Arcangeletti. All. Michele Fucili.
Arbitro: Filippo Pazzanelli di Macerata.
Note. Spettatori 271; ammoniti: Paradisi, Gabrielli, Loberti, Conti; angoli: 5-4; recupero: 1’+4′.

SENIGALLIA – Nulla da fare per il Porto d’Ascoli che non riesce a portarsi a casa la Coppa Italia di Eccellenza: dopo la sconfitta a dicembre 2017 contro il Camerano, i biancocelesti cedono per 2-1 conto la Forsempronese con il gol decisivo arrivato proprio in zona Cesarini quando tutti già pensavano ai supplementari.
Gara non spettacolare dove nel corso del primo tempo si è andati avanti a ritmi lenti fino al 26′ quando il risultato si sblocca: Conti calcia da dentro l’area mettendo il pallone all’angolino basso con Di Nardo letteralmente sorpreso che non riesce neanche a tuffarsi. La reazione del Porto d’Ascoli è immediata e produce il pari al 28′ con una splendida giocata di Valentini che difende palla con tre uomini addosso e si gira di sinistro infilando il cuoio sul secondo palo dove Piagnerelli non può arrivare.

La ripresa si apre con un Porto d’Ascoli più propositivo e all’8′ Ruggeri gira verso la porta difettando nella mira. Due minuti dopo ci prova Barattini ma il pallone finisce docile tra le mani di Di Nardo. Al 21′ sassata su punizione di Gallotti che va a sbattere contro il palo e sul capovolgimento di fronte ed è Verdesi che impegna Piagnerelli in angolo.

I minuti passano con le squadre che tornano a darsi battaglia a centrocampo e quando già si pensava a dover disputare i supplementari, al 44′ su corner calciato da Paradisi, svetta Patarchi che fa gonfiare la rete. Nel tempo di recupero il Porto d’Ascoli si getta in avanti alla disperata ricerca del pari senza riuscirci.


Condividi questo post:
error