Colpaccio Teramo a Gubbio. Il Padova ci prende gusto, Parma di misura a Fano


Il racconto dell’undicesima giornata del girone B. Il Parma stenta, ma porta a casa tre punti fondamentali per l’aggancio a Samb e Reggiana, il Forlì si fa scappare la prima vittoria…

Fano – Parma 0-1
Siamo alle solite: il Parma, in campo, non brilla complice una bella gara dei padroni di casa che si sono battuti fino alla fine. Super Zommers salva in diverse occasioni i suoi, poi riesce a tirare un sospiro di sollievo quando, all’86’, Calaiò infila di testa un cross di Corapi permettendo ai ducali di tornare a casa con tre punti in tasca e il fiato sul collo di Bassano e Venezia.

Forlì – Santarcangelo 1-1
Nonostante la bella gara messa in campo dai padroni di casa, i tre punti tardano ad arrivare. Partita accorta e fortunata per il Santarcangelo che sfiora il vantaggio nel primo tempo quando i padroni di casa perdono Cammaroto per doppia ammonizione. Nella ripresa si consuma il succo del match: al rientro dagli spogliatoi passa il Forlì con Sereni, ma gli ospiti tengono botta e al 77’ pareggiano con Cori.

Gubbio – Teramo 1-5
Decisamente uno dei risultati più sorprendenti di giornata, senza ombra di dubbio. Il Gubbio di mister Magi, forse per le vertigini o per un po' superficialità, cade malamente davanti al proprio pubblico contro un Teramo grintoso. Il vantaggio dei padroni di casa con Casiraghi a dieci minuti dall’avvio sembra rassicurante e gli eugubini smettono di giocare. Inizia, allora, il Teramo che a cavallo della mezz’ora della ripresa ne infila tre (doppietta di Jefferson e Petrella) poi dilaga con l’altra doppietta di Sansovini. In chiusura di gara finisce fuori Zanchi (G) per un fallo di frustrazione.

Padova – Modena 1-0
Il Padova si rifà prepotentemente sotto, in classifica, grazie alla terza vittoria in tre gare. Con il Modena è uno scontro giocato sui nervi, ma molto equilibrato risolto da Alfageme alla mezz’ora. La ripresa accende l’agonismo, ma il risultato non cambia anche perché gli emiliani chiudono in dieci per il rosso a Basso.

Pordenone – Ancona 0-0
Un’Ancona versione muro di gomma rimbalza il Pordenone aprendo la crisi dei padroni di casa. La gara è combattuta apertamente con i dorici che non solo non si limitano a chiudersi per evitare di subire, ma che ci provano, e anche a più riprese. Alla fine il migliore degli ospiti risulterà il portiere Scuffia che ha salvato il risultato in almeno tre occasioni.

Venezia – Bassano Virtus 1-1
Il girone B è una tonnara con ben nove squadre in quattro punti. Spettacolare, certo, anche grazie al pari tra le capoliste Venezia e Bassano che, al termine di uno scontro molto aperto, non riescono a far altro  che spartire un punto a testa. Dopo venti minuti Pederzoli rompe gli equilibri con un preciso calcio di punizione. Nella ripresa diventano protagonisti gli uomini di D’Angelo e al 56’ raggiungono il pari grazie ad un tap-in di Pasini.

Maceratese – Lumezzane rinviata.

Albinoleffe – Sudtirol posticipo, lunedì 31 ore 21.30.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: