Cinciripini: «Chi insulta sui social non è tifoso. E basta con i palloni rubati»



«Chi scrive sui social ed insulta non è tifoso». Non solo gli arbitraggi sfavorevoli in occasione delle ultime partite di campionato: nel corso della conferenza stampa che si è tenuta martedì pomeriggio al Riviera delle Palme il direttore generale della Samb Walter Cinciripini si è voluto anche togliere qualche sassolino dalla scarpa in chiave societaria. «Ho letto che vogliono io vada in ginocchio da Della Valle. Io in ginocchio da Della Valle? Io voglio che resti Fedeli, è il mio principale obiettivo. Perché dove lo troviamo uno che porta 2-3 milioni di euro l’anno». Curiosità: tra gli argomenti toccati nel corso della conferenza anche i palloni da gioco non riconsegnati sul terreno di gioco in occasione delle gare di campionato: «Abbiamo 37 palloni rubati durante le partite. Spiegatemi con quale diritto lo fanno, un pallone costa 70 euro. Qui lo dico: abbiamo le telecamere, faccio mandare il Daspo».


Commenti
Condividi questo post: