Cellini: «No all’Eccellenza Marche su due gironi»



E’ l’argomento più dibattuto in questi ultimi giorni nel calcio regionale: il campionato di eccellenza a due gironi da 12 squadre. Molti presidenti e addetti ai lavori di squadre di Promozione stanno spingendo per questa opzione, soprattutto quelle che non hanno potuto giocarsi sul campo il salto di categoria. In primis c’è il Loreto che sarebbe la migliore seconda ma anche Maceratese e Civitanovese che si erano qualificate ai playoff che non hanno potuto giocare.

Di tutt’altro avviso, però, è il presidente del comitato regionale Paolo Cellini: «Mi spiace per piazze importanti come Loreto, Macerata e Civitanova – spiega al Corriere Adriatico – ognuno è libero di tutelare i propri diritti ma dietro a ogni nostra decisione c’è una logica precisa. Vista l’eccezionalità della situazione altre regioni hanno optato per i due gironi di Eccellenza mentre noi abbiamo seguito l’indirizzo della continuità senza lasciarci condizionare dall’allargamento a 18».


Condividi questo post: