Biondi: «Ad Imola un’altra battaglia, affrontiamola con lo stesso spirito»



Giacomo Biondi è stato uno dei migliori nel match giocato e vinto contro la FeralpiSalò al Riviera delle Palme e non nasconde come sia stato un successo molto importante: «E’ stata una prova convincente di tutti,  – dice al sito ufficiale rossoblu – un bel riscatto dopo Bolzano. Tutti si sono sacrificati per aiutare il proprio compagno ed è arrivata una vittoria importante anche per il morale».

Biondi, poi, parla del suo curriculum da calciatore e come abbia accettato di scendere in Serie D per rilanciarsi.
«Ho fatto parte delle giovanili della Fiorentina per poi andare per due stagioni a Lumezzane prima di scendere di categoria. Non avendo più spazio nei professionisti e volevo comunque giocare e ho accettato di scendere in D dove dopo un primo anno alla Torres sono stato due anni a Rieti e nell’ultimo abbiamo vinto il campionato.

Poi mi ha visto la Samb e mi ha dato la possibilità di vestire il rossoblu. Ora vivo qui da 2 anni e mi trovo benissimo in città. La mia compagna, Alessia, ha trovato anche lavoro. Abbiamo una splendida bimba di quasi 2 anni, Adele, che insieme alla mamma mi segue ovunque e viene a fare il tifo per me durante tutte le partite casalinghe».

Sono ripresi gli allenamenti in vista della prossima trasferta di Imola.
«Sarà un’altra battaglia; l’Imolese è una buona squadra e sono molto bravi nel fraseggio e in Coppa Italia ci hanno messo spesso in difficoltà. Dovremo affrontare questa gara con lo stesso spirito di domenica scorsa».

In conclusione Biondi dedica un pensiero anche a mister Paolo Montero: «E’ un grandissimo motivatore e un valore aggiunto per noi difensori, sempre pronto a darci preziosi consigli».


Commenti