Avis, il bilancio di Domenico Piunti: «Un anno ricco di soddisfazioni»


L’ormai tradizionale giornata dell’atletica è stata l’occasione per tracciare un bilancio sul 2015. Fissata la data per la prossima Maratonina dei Fiori: sarà il 17 aprile 2016…

Si è svolta a San Benedetto la tradizionale giornata dell’Atletica Avis, presieduta da Domenico Piunti, che ha coinvolto gli atleti tesserati e le loro famiglie. Dopo le foto mattutine di rito e la tradizionale sgambata sul lungomare, il ristorante dell’Hotel Poseidon di Porto d’Ascoli ha ospitato il pranzo sociale e le premiazioni di tutti gli atleti, alla presenza del vice sindaco di San Benedetto Eldo Fanini, del consigliere regionale Piero Celani e di Maria Angellotti, tesoriera della società. Gino Capretti e Paola Travaglini si sono aggiudicati la particolare classifica interna  della società per numero di gare disputate. “E’ stato un anno ricco di soddisfazioni – ha detto il presidente Domenico Piunti – sia dal punto di vista sportivo che dello stare insieme. La nostra società è una grande famiglia, siamo cresciuti molto dal punto di vista della comunicazione e dell’aggregazione e questo rappresenta per noi il più bel traguardo. La Maratonina dei Fiori, la nostra manifestazione di punta, che nel 2016 si correrà il 17 aprile, è sempre più l’appuntamento più importante non solo per noi, ma anche per il podismo regionale e nazionale e richiama annualmente migliaia di runners da tutta Italia e non solo. Un grazie a tutti gli atleti, all’assessore Eldo Fanini sempre disponibile, che non ha mai negato il proprio appoggio alle nostre iniziative e a Piero Celani, da sempre vicino alla nostra società”. Nel prendere la parola, Maria Angellotti ha voluto sensibilizzare i presenti sul tema della donazione di sangue. “L’Avis ha bisogno di tutti voi. Non c’è miglior donatore che un atleta perché lo sport è salute. Lancio una sfida: organizzare a breve una giornata proprio con voi atleti, i vostri familiari ed amici per andare poi tutti insieme al centro trasfusionale per un check up completo e decidere se diventare donatori”.

Redazione

Condividi questo post: