Zitti tutti, parla Arcipreti


La Samb rompe il silenzio: il direttore sportivo – finito nell’occhio del ciclone nelle ultime settimane – sarà l’unico delegato della società che potrà parlare con la stampa nei prossimi giorni. E subito arrivano le prime bordate…

Tanti sassolini nelle scarpe per Alvaro Arcipreti che, su mandato dei presidenti Bucci e Moneti, nel corso della settimana che culminerà con la gara casalinga contro la Vis Pesaro, spiegherà i motivi che hanno portato al lungo silenzio.

LA RINCORSA ALLA VETTA – “Io e la dirigenza abbiamo sempre creduto in un possibile primo posto finale. Chi conosce il calcio sa che ci vorrebbe un miracolo per riuscire nella rincorsa, ma bisogna considerare il fatto che veniamo da quattro vittorie consecutive e ce le godiamo molto da noi che siamo rimasti un po’ soli, anche a causa di chi ha contribuito a creare questa situazione".

PROBLEMI CON LA STAMPA – “Questa settimana sarò io a parlare con tutti e spiegherò un un po' di cose. Dovrò anche rendere conto di ciò che è stato scritto nei miei confronti. Da questo punto di vista sono stato messo più in piazza, ma è giusto perché io sono uno abituato ad assumersi responsabilità e comandare, sempre dietro mandato di una società. Società che bisogna ringraziare perchè se non fosse arrivato Gianni Moneti a San Benedetto ci troveremmo a parlare altro.

IL J'ACCUSE – Farò nomi e cognomi di chi si è reso colpevole dell’aver diffuso notizie false circa la squadra e la società. Tutto questo ha contribuito a creare una situazione poco positiva. È giusto dire che per giocare nella Samb ci vogliono giocatori da Samb, ma qui chi ha sbagliato ha fatto mea culpa. Ho la fortuna di aver girato molte piazze. A qualcuno può dare fastidio che io, da direttore sportivo, conti più vittorie di altri in categorie come Eccellenza, Serie D e in particolare Serie C. Se guardiamo i risultati il silenzio stampa è stato tutto fuorchè dannoso. Anzi, scaramanticamente dovremmo anche portarlo avanti”.

LE SMENTITE –  Non si ferma il fiume in piena. “Ho sentito notizie sul mio conto che sono fuori da ogni logica. Pare che abbia già firmato un contratto con il Foligno che è, attualmente, una squadra fallita con una società che ancora non esiste. Questo, dal mio punto di vista, contribuisce a creare un clima di falsità e menzogna. Alla luce di questo abbiamo deciso di portare avanti il silenzio stampa”. Saranno analizzati diversi fatti avvenuti nel corso degli ultimi mesi “Questa situazione non può proseguire. È evidente che qualcuno non ha a cuore la Samb…”.

Fuochi d’artificio firmati Arcipreti insomma. Ed è lecito aspettarsi altri botti per tutta la settimana.

 

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: