Zanetti: «In Coppa Italia una serata storica, ma ora pensiamo alla Samb»


Che l’incontro di Tim Cup tra Torino e Sudtirol non avesse un pronostico tra i più complessi lo si poteva intuire, nonostante il calcio sia una materia strana e spesso sorprendente. Nel match, risoltosi 2-0 in favore dei granata di Mazzarri, gli altoatesini hanno ben figurato, nonostante alcuni elementi della rosa titolare si siano accomodati, inizialmente, in panca.

Sempre schietto, mister Zanetti, fresco vincitore della Panchina d’Oro di Serie C [LEGGI QUI]: «Abbiamo raggiunto l’obiettivo perché avevo chiesto di fare bella figura. Peccato per il gol [annullato a Turchetta, ndr] perché per i miei ragazzi sarebbe stata una grande soddisfazione riuscire a segnare al Torino. Per noi è stata una serata storica. Già combattere contro il Toro è difficile e in più combattere anche contro l’arbitro diventa ancora più difficile. Con il Torino c’è stata la prestazione del gruppo. Ho voluto premiare tanti ragazzi che finora e anche l’anno scorso ci hanno dato tanto. Chi ha giocato sa che le seconde linee sono importanti tanto quanto i titolari perché devono tenere sempre alto il livello di ogni allenamento e quando sono chiamato in causa devono dare tutto e questa condizione non è semplice».

Anche Mazzarri si è tolto il cappello davanti ai biancorossi [LEGGI QUI], bacchettando pure i suoi.

Il tecnico biancorosso guarda ai prossimi impegni dei suoi, il primo dei quali a San Benedetto contro la decimata Samb di Roselli [LEGGI QUI]: «La gara contro il Torino deve darci motivazione per il prosieguo del campionato: ci attendono due partite difficilissime contro Samb e Ternana».

MERAVIGLIA DI PISTOIA DESIGNATO PER SAMB-SUDTIROL: I PRECEDENTI

 

Condividi questo post: