Vergogna Samb, la Vis Pesaro passa 3 – 1


SAMB – VIS PESARO: 1 – 3

MARCATORI: 16’pt Labriola, 7’ st Tozzi Borsoi, 29’ st De Iulis, 34’ st Martini.

SAMB (4-2-3-1): Fulop (’95); Viti (’94), Borghetti ©, Fedi (27’ st, Pepe), Lobosco (’96) [Gentile (’97), 24’ st]; Paulis (’95), Carteri; Baldinini, Napolano, D’Angelo (Alessandro, 16’ st); Tozzi Borsoi. A disposizione: Marani, Oddi, Bitancourt, Franco, Menicozzo, Scarpa. Allenatore: Silvio Paolucci.

VIS PESARO (4-1-4-1): Osso (’95); Fabbri (’95), Labriola, Brighi, Dominici © (’94); Filippucci (’94) [26’ st, Martini]; Torelli, Rossoni (’97), Rossi (’94) [13’ st, Bartolucci (’95)], Bugaro; De Iulis [30’ st, Zanigni]. A disposizione: Teodorani, Vagnini, Gnaldi, Rosati, Montesi, Evacuo. Allenatore: Antonio Ceccarini.

ARBITRO: Gosetto di Schio (Angelozzi-Urselli)

AMMONITI: 3’pt Napolano, 23’pt Filippucci, 28’pt De Iulis, 42’pt Viti, 44’pt Fabbri, 2’ st Rossoni.

ESPULSO: 33'st Viti (doppia amm.).

ANGOLI: 8 – 7.

RECUPERI: 3’ – 5’.

NOTE: Giornata soleggiata e leggero vento. Temperatura 8° circa. Campo in discrete condizioni. Samb in completo rossoblù, Vis in completo bianco a strisce rosse. Spettatori paganti: 588.

I rossoblù incassano la seconda sconfitta casalinga della stagione contro la penultima della classifica: nel primo tempo Labriola porta meritatamente in vantaggio i biancorossi. Tozzi Borsoi di testa pareggia ad inizio ripresa, ma con l’ingresso in campo dell’ex Martini la Samb tracolla…

Sbaglia tutto quello che può sbagliare la Samb contro una Vis Pesaro ben organizzata. E dire che la quinta vittoria consecutiva avrebbe riacceso le speranze per una difficile, ma decisamente più abbordabile rincorsa alla vetta, complice il pareggio della Maceratese contro il Chieti. La sconfitta e la contemporanea vittoria del Fano complicano addirittura la missione “secondo posto”.

LA CRONACA – Vis subito pericolosa al minuto 8. De Iulis riceve un bel cross, ma a pochi metri dalla porta manda alto di testa. Al 16’, dopo una serie di corner per gli ospiti, arriva la doccia fredda per il Riviera. A seguito del quarto tiro dalla bandierina concesso agli ospiti parte il cross per Labriola, che inchioda Fulop e infila nell’angolo basso. Vantaggio Vis. La Samb prova a reagire ma il gioco messo in atto dalla sauqadra di Paolucci è molto farraginoso: mancano i movimenti degli attaccanti e la coppia Carteri-Paulis non sa cosa inventarsi in mediana. Sintomo della confusione è l’azione in solitaria di Borghetti che ci prova con un tiro da distanza siderale, guadagnandosi qualche fischio. Al 35’ Viti crossa per Tozzi Borsoi: l’attaccante inzucca con precisione ma senza potenza ed Osso si distende alla sua sinitra, deviando lateralmente. Al 40' ci si mette anche la cattiva sorte. Sugli sviluppi di un corner il pallone arriva lemme lemme a Lobosco, che calcia di potenza con il sinistro: la staffilata del terzino, però, si stampa sul palo alla sinistra del portiere. In apertura di ripresa la Samb trova il pari: Napolano allarga su Baldinini, tocco corto per D'Angelo che dalla destra mette in mezzo, dove Tozzi Borsoi batte il portiere sul secondo palo. 1 a 1. La Samb acquista fiducia e si rende pericolosa nei minuti seguenti. Al 13’ Napolano ci prova su punizione, palla deviata in angolo. La difesa, però, balla. Al 20' Bartolucci si ritrova completamente solo in area e serve di testa De Iulis: sulla conclusione potente e precisa dell'attaccante, però, Fulop si oppone alla grande, deviando in corner. Si complicano i piani di Paolucci che, in pochi minuti, deve sostituire per infortunio sia Lobosco che Fedi. Al loro posto Gentile e Pepe. Al 26’ entra in campo colui che cambia la storia della partita: l'ex Marco Martini. Il primo pallone che tocca il numero diciotto è un'apertura rasoterra perfetta che permette a De Iulis, colpevolmente libero sul secondo palo, di insaccare in rete. Al 33’ arriva anche il 3 – 1.Viti atterra un avversario e si becca il secondo giallo. La Vis prova uno schema che sorprende la difesa di casa e porta al gol proprio Martini. Arriva la seconda sconfitta consecutiva in casa della stagione: la prima, ironia della sorte, era arrivata con il Campobasso. Quel Campobasso che tra quattro ospiterà una Samb incapace di tenere testa ad una squadra che, finisse oggi il campionato, sarebbe retrocessa in Eccellenza.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: