Vecchiola: «Samb brava ad investire, ma vorrei vedere più giovani locali»


Gran conoscitore di calcio e soprattutto della realtà sambenedettese, Sebastiano Vecchiola ha analizzato il momento di Samb e Ravenna (doppio ex) a pochi giorni dalla sfida del Riviera delle Palme. Nel corso di un’intervista rilasciata al Corriere Adriatico l’attuale dirigente sportivo ha detto la sua anche sul modo di operare della famiglia Fedeli, non lesinando apprezzamenti: «Trovo giusta la politica di lavorare con pochi prestiti e molti giovani di proprietà, investendo per aumentare il capitale societario. Credo che nella prossima estate calciatori come Miracoli, Di Massimo o Rapisarda potranno ricevere molte richieste». Dall’ex direttore sportivo del Grottammare, però, arriva anche un consiglio: «Si dovrebbero valorizzare di più i giovani del proprio vivaio, visto che da tempo non esplodono più talenti locali come fu in passato per Fanesi, Palladini, Visi e forse anch’io. Si dovrebbero ricreare quelle alleanze con le società dal territorio per portare in rossoblù gli elementi migliori della nostra zona».

Redazione

Commenti
Condividi questo post: