Valente, stallo sul rinnovo. Il procuratore: «Poco utilizzato, ne ha sofferto»


Non c’è ancora l’accordo tra la Samb e Nicola Valente per il prolungamento del contratto in scadenza il 30 giugno 2018. Sulle colonne del Corriere Adriatico il procuratore dell’attaccante Guido Gallovich ha spiegato il perché di questo stallo: «Bisogna fare i conti con la titubanza del mio assistito su un maggiore utilizzo. Le aspettative per un impiego più continuo erano diverse, di questo Valente ne ha sofferto». Nei prossimi giorni, comunque, è previsto un confronto con la società: «In settimana mi vedrò con la Samb – ha detto ancora Gallovich al Corriere -, cercheremo di approfondire la questione e non escludo che si possa arrivare ad un’intesa».

Redazione

Condividi questo post: