Una difesa inguardabile: le pagelle dopo Parma-Samb


Difesa surclassata, a centrocampo nessuno riesce ad arginare Munari, Sorrentino tra i pochi sopra la sufficienza: da Pegorin a Latorre, i voti a tutti i calciatori rossoblù…

PEGORIN 5,5

Il portiere rossoblù rischia molto, talvolta troppo, nelle uscite. Poco gli si può dire in occasione dei quattro gol subiti, con i marcatori crociati che arrivano sempre più o meno indisturbati dalle sue parti.

RAPISARDA 5

Se il terzino ex Lumezzane riesce a far vedere buone cose quando supera la metà campo, in chiusura su Baraye il suo lavoro è completamente insufficiente.

MORI 5,5

Tra i difensori in maglia verde lui è il più attento in marcatura, ma nella seconda parte di gara anche lui infilato in un paio di circostanze. Col tacco “para” sulla linea un tiro di Calaiò ad un quarto d’ora dalla fine.

RADI 4,5

Giornata storta per il numero tre: Calaiò parte sul filo del fuorigioco e gli scappa via in occasione del 2-2. Troppo docile, poi, la sua copertura sul secondo gol realizzato da Munari.

N’TOW 5

Molto propositivo nelle fasi iniziali del match, ma con il passare dei minuti Nocciolini gli fa vedere i sorci verdi sfondando ogni volta che vuole sulla fascia di sua competenza.

DAMONTE 5,5

Clamorosa la palla gol sciupata su corner deviato di testa da Bernardo. Positivo quando gira il pallone con rapidità, mediocre quando deve coprire la difesa dagli inserimenti di Munari e compagni.

BACINOVIC 5,5

Anche se sull’azione che porta al gol di Baraye sembra subir fallo, il suo ritardo di condizione talvolta gioca brutti scherzi alla Samb. Per questo, e forse per un lieve infortunio, non rientra in campo dopo l’intervallo.

LULLI 5

Prima di dar via la sfera fa sempre quei due/tre tocchi in più che danno tempo ai colleghi crociati di posizionarsi e pressarlo senza troppa fatica. Innamorato del pallone.

MANCUSO 6,5

Nei primi venti minuti affetta la difesa parmigiana con tagli e traversoni perfetti: dai suoi piedi nasce il gol che sblocca l’incontro. Quando il Parma si sveglia, però, i compagni lo abbandonano al suo destino.

SORRENTINO 6,5

Fa andare di traverso la torta della 300esima presenza crociata a Lucarelli: al 20’ brucia il difensore parmigiano e con un sinistro potente manda in estasi la Samb. Peccato che il sogno duri poco.

BERNARDO 6,5

Sempre presente nelle azioni che caratterizzano l’avvio monstre della Samb: prima devia il calcio d’angolo che porta al quasi-gol di Damonte, poi corregge in rete il tiro di Sorrentino che incoccia sul palo.

SABATINO 5

Si posiziona centralmente e prova a dettare i tempi della manovra con rapidità, ma gli errori sono tanti e come Damonte non riesce ad opporsi allo strapotere di Munari sulla trequarti.

DI MASSIMO S.V.

Entra in campo quando la squadra è già tramortita, ma nelle poche occasioni in cui gioca il pallone non incide.

LATORRE S.V.

Prima presenza per il sudamericano, che si fa vedere soltanto con un tocco filtrante per Mancuso.

Daniele Bollettini

Condividi questo post: