Un Natale da record: abbattuto anche il San Nicolò


SAMB – SAN NICOLO' 3 – 1

MARCATORI: 2' pt Chiacchiarelli, 9 st Sabatino, 42'st Sorrentino, 49'st Pezzotti.

LE FORMAZIONI

SAMB (4-3-3): Pegorin ('96); Montesi ('96) [42'st Tagliaferri ('97)], Conson, Salvatori, Flavioni ('97); Baldinini [18'st Raparo], Barone [30'st Pezzotti], Sabatino; Palumbo, Sorrentino ('95), Titone. A disposizione: Reali, Casavecchia, Carminucci, Candellori, Forgione, Vallocchia. Allenatore: Ottavio Palladini.

SAN NICOLO' (4-4-2): Calore ('97); Massetti ('96), Terrenzio, Rapino, Mozzoni; Chiacchiarelli, Cichella ('96), Petronio, D'Egidio ('96) [27'st Morelli ('96)]; Merlonghi [12'st Moretti], Bucchi [30'st De Santis]. A disposizione: Ricci, Pretara, Brighi, Orsini, Donatangelo, Casolla. Allenatore: Massimo Epifani.

ARBITRO: Luciani di Roma 1 (Fontemurato-Carnevale).

AMMONITI: 34'pt Sabatino, 42'st Sorrentino.

ANGOLI: 7 – 4.

RECUPERI: 1' – 5'.

NOTE: Giornata soleggiata sulla riviera, la temperatura è di circa 15 gradi. Terreno di gioco in buone condizioni. Samb in maglia nera con inserti verticali rossoblù; San Nicolò in tenuta a bande verticali biancazzurre. Presenti circa 4000mila spettatori, di cui 1500 abbonati.

La Samb si impone in rimonta 3-1 con una prova di carattere. Ospiti in vantaggio con una punizione di Chiacchiarelli. Nella ripresa Sabatino pareggia subito i conti, poi arrivano i sigilli di Sorrentino e Pezzotti…

La Samb chiude il 2015 con le sfrenate danze dei calciatori sotto la Curva Nord, il 3 a 1 rifilato agli avversari del San Nicolò ha un sapore particolare se si va a guardare com'è arrivato: rimonta, sangue, sudore e grinta. Anche contro gli uomini di Epifani i rossoblù hanno dimostrato la propria forza, quella che viene dal sacrificio e dal saper aspettare il momento migliore per colpire l'avversario.

Torna Barone in mezzo al campo per dirigere come un maestro l'orchestra rossoblù. In panchina si vedono Carminucci, Candellori e Forgione, nuovi innesti provenienti dal mercato dicembrino. Tra le fila dei teramani un ex rossoblù, Stefano Cichella e, fresco di passaggio dal Campobasso, Bucchi.Falsa partenza della Samb: fallo di mano di Sorrentino al limite dell'area e punizione per gli ospiti. Chiacchiarelli inventa una parabola infida che colpisce la parte bassa della traversa e si infila alle spalle di Pegorin. Dopo due minuti, San Nicolò in vantaggio. Ci provano i rossoblù al 10' con una buona combinazione tra Sorrentino e Titone, il numero 7 arriva al tiro, conclusione troppo alta. Trenta secondi dopo il direttore di gara non assegna un netto rigore per l'atterramento in area di Titone da parte di Massetti. Al quarto d'ora altro penalty negato, stavolta più solare e ai danni di Palumbo, steso da Petronio. Al 20' è Titone ad impegnare severamente Calore, ricevuta palla dalla fascia destra l'esterno mette a terra al limite dell'area ed entra, il destro rasoterra viene respinto con i piedi dal portiere. Non molla la Samb e lotta con i denti su ogni pallone, il San Nicolò viene schiacciato nella propria metà campo. Al 34' Mozzoni rifila una gomitata a Palumbo, in fuga sulla fascia, Sabatino fa osservare all'arbitro il fallo e viene ammonito per proteste. Ancora Samb, solo Samb, al 38' con Palumbo al cross dalla destra, controllo e tiro respinto di Sorrentino, ci prova Sabatino di testa, ma il pallone è debole e Calore blocca. Nei primi minuti della ripresa la Samb sembra meno lucida, ma al 5' può già respirare e chiarire le idee. Fallo di Terrenzio su Sorrentino, la punizione di Titone dal limite si infrange sulla barriera. Poco meno di quattro minuti e la Samb trova l'1 a 1 ed esplode il Riviera. Punizione di Barone dall'esterno di destra, sponda di Conson e colpo di testa di Sabatino, Calore battuto. Al 19' Sorrentino divora un gol che grida vendetta: azione corale rossoblù, palla al centravanti che mette a terra e ci prova, il rasoterra esce a lato di pochissimo. Cerca gloria Montesi al 25' che, dopo essersi fatto vedere in sovrapposizione, riceve da Palumbo buca la retroguardia e tenta la conclusione personale, respinta da un miracolo di Calore. La partita è accesissima, ma sembrano essere in campo la Samb e un muro di gomma, San Nicolò incapace di rendersi veramente pericoloso se non a seguito di qualche sporadico contropiede. Pessimo il comportamento degli ospiti che cercano di perdere tempo in ogni occasione, prima con una evidente simulazione di Chiacchiarelli, poi Moretti a seguito di un leggero contrasto contro Salvatori. Apoteosi sambenedettese al minuto 42. Palla larga sulla sinistra per Titone, alza la testa e pesca dentro Sorrentino, insinuatosi nelle maglie della retroguardia con fare furtivo e bravo a capitalizzare al meglio per infilare la porta di Calore: 2 a 1 e tripudio al Riviera. Al 49' Pezzotti chiude le danze e mette al ghiaccio i tre punti: lancio di Palumbo sulla fascia opposta, l'esterno mancino tutto solo, con i difensori ospiti impegnati a reclamare per un fuorigioco, mette a sedere il portiere teramano e chiude in rete per il 3 a 1. La Samb dimostra per l'ennesima volta la maturità raggiunta nel corso di questo campionato, chiudendo l'ultima gara dell'anno nel migliore dei modi con tre punti sudati, sofferti, ma meritatissimi.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: