Tutto nelle mani del giudice sportivo. Intanto insorgono i tifosi rossoblù


Un rendez-vous a lume di candela, ieri sera al Recchioni di Fermo: con il guasto al generatore sono saltate le luci. Sulla partita sospesa dovrà esprimersi il giudice sportivo, ma i tifosi non ci stanno e sul web monta la polemica…

Ogni decisione in merito all’incontro tra Fermana e Samb è da rinviarsi a domani, quando sarà il giudice sportivo ad esprimersi direttamente sulla questione. Questo è quanto, ad oggi, si sa riguardo il match sospeso ieri sera al Recchioni a causa del blackout elettrico. I tifosi sambenedettesi, presenti in gran numero al Recchioni, affidano ai social aspre critiche nei confronti dell'organizzazione. L'incendio che ha interessato il generatore è subito stato spento dai pompieri, ma in tanti confermano che una anomala cappa di fumo imperversava già da diversi minuti.
«Abbiamo acquisito una parte dei documenti – conferma l’avvocato Andrea Gianni alla nostra redazione – ma non sappiamo ancora nulla riguardo la partita». Il DG rossoblù aveva già parlato nella serata di ieri rendendo noto che l’unico passo che la Samb può compiere è l’accesso agli atti ufficiali in possesso della Fermana Calcio. «Non ci sarà nessun ricorso da parte della Samb: la Lega Pro ha dettato delle linee guida ben precise, ma noi vogliamo sapere se l’impianto di illuminazione è in linea con le regole e se tutto ha funzionato per il meglio».
Filtra un più cauto ottimismo dalle parole del sindaco fermano Calcinaro che “declina” le responsabilità canarine: «Sembra scongiurata la vittoria a tavolino della Samb: il guasto è da ricondursi a cause esterne».

Domenico del Zompo

Commenti
Condividi questo post: