Triestina a Bergamo, insidia Ravenna per il Padova: IL PROGRAMMA DI GIORNATA


FERMANA – BASSANO (mercoledì, 14.30)

Sfida ad altissima quota tra queste due formazioni, entrambe imbattute da cinque gare. La Fermana in casa è a punteggio pieno, ed i gialloblù vogliono continuare a stupire, riprendendo con una vittoria dopo il punto ottenuto a Teramo. Il Bassano viene da due vittorie consecutive, l'ultima sofferta contro l'Albinoleffe, fondamentale per conquistare il terzo posto ed accorciare dalla vetta. Gli ospiti dovranno fare a meno dello squalificato Venitucci, espulso nell'ultimo turno. Si preannuncia una gara equilibrata: chi vince vola, mentre gli sconfitti dovranno leccarsi le ferite.

RAVENNA – PADOVA (mercoledì, 18.30)

Toccherà ad un Ravenna in ripresa cercare di fermare il gran momento del Padova, che vincendo si porterebbe molto in alto considerando anche la gara in meno. Entrambe le squadre vengono da due successi consecutivi, che hanno consentito ai padroni di casa di entrare momentaneamente in zona playoff: domani dovranno fare di più di quanto visto domenica a Fano per centrare i tre punti; il Padova dal canto suo troverà una trasferta insidiosa con ben altro avversario rispetto al Santarcangelo, ma replicando la prestazione dell'ultimo turno sarà difficile per il Ravenna avere la meglio.

SANTARCANGELO – REGGIANA (mercoledì, 18.30)

Due squadre in grande difficoltà, entrambe nella zona rossa, in più è un derby: è già un possibile scontro salvezza infuocato quello tra il Santarcangelo, penultimo con appena una vittoria in sei gare, e la Reggiana fresca di cambio allenatore dopo il K.O. contro la Samb, un solo punto di vantaggio sui padroni di casa. In caso di quinta sconfitta consecutiva, anche Angelini rischierebbe di eder saltare la propria panchina: la sua squadra vanta la peggior difesa (16 gol subiti), opposta domani al secondo peggior attacco: solo tre le reti realizzate dagli ospiti. Si vedrà se l'esonero di Menichini servirà da sveglia alla Reggiana, o se il Santarcangelo troverà una reazione di orgoglio.

SUDITROL – MODENA (mercoledì, 18.30)

In palio punti pesanti per il Sudtirol, che viene da due sconfitte consecutive ed appena due punti nelle ultime cinque giocate. La sconfitta con il Gubbio ha complicato parecchio la posizione dei padroni casa, che ora si trovano a sole due lunghezze di vantaggio dalla zona play out. Urgono quindi i tre punti contro un Modena ormai abbandonato dalla società e contestato dai tifosi, nonostante la volontà di Eziolino Capuano di andare avanti: ci sarà una clamorosa riscossa o i gialloblù affonderanno ancora?

VICENZA – FANO (domenica, 20.30)

Occasione ghiotta per il Vicenza, dopo aver riposato nell'ultimo turno, per avvicinarsi alla testa della classifica, distante solo quattro punti. I padroni di casa, ancora imbattuti, troveranno sulla loro strada un Fano alla quarta sconfitta consecutiva, con un bisogno disperato di fare punti per muoversi dal penultimo posto. Il Vicenza viene da due pareggi, seppur contro due avversari ostici come Padova e Feralpi Salò, e domani ci sono tutti i presupposti per tornare alla vittoria davanti ai propri tifosi.

ALBINOLEFFE – TRIESTINA (mercoledì, 20.45)

Due squadre in cerca di riscatto e con la possibilità di fare un bel campionato: questa la cornice della sfida tra Albinoleffe e Triestina, entrambe provenienti da una sconfitta di misura – per gli ospiti la seconda consecutiva – e con i padroni di casa decimati dalle squalifiche nel reparto arretrato, viste le espulsioni di Gavazzi e Scrosta nell'ultimo turno. Gli ospiti non stanno certamente rispettando le attese, con appena cinque punti in altrettante partite, e dovranno tentare il colpaccio in trasferta per risalire la china, dato che in caso di terzo K.O. consecutivo la situazione diventerebbe spiacevole.

PORDENONE – GUBBIO (giovedì, 14.30)

Testacoda giovedì all'Ottavio Bottecchia, dove il Pordenone ancora imbattuto ma scavalcato in vetta dal Renate cerca pronto riscatto dopo il pari in casa della Feralpi Salò. I padroni di casa affronteranno il Gubbio, un avversario non certo irresistibile ma rianimato dal successo nell'ultima gara a spese del Sudtirol. Il Pordenone, che vanta il miglior attacco con 11 reti, dovrà ritrovare la via della rete smarrita lunedì sera, per riportarsi momentaneamente al comando visto il turno di riposo del Renate.

TERAMO – FERALPISALÒ (giovedì, 14.30)

Si preannuncia una partita equilibrata al Gaetano Bonolis, nel secondo posticipo di giornata, che vedrà il Teramo ospitare la Feralpisalò, due squadre provenienti da uno zero a zero ma capaci di fermare squadre più avanti in classifica. I padroni di casa tra le mura amiche sono avversari duri per tutti, mentre gli ospiti, pur essendo una formazione molto quotata, continuano ad avere un rendimento a intermittenza in questo avvio di stagione. Il Teramo cerca punti importanti per costruire la propria salvezza in casa, la Feralpi vuole vincere per darsi una scossa e avvicinare le zone più alte.

Gian Marco Calvaresi

Condividi questo post: