Totò Criniti, emozioni rossoblù: «Ero tifoso prima che giocatore della Samb»


Tra passato e presente Totò Criniti, ex Samb nelle stagioni 2001/02 e 2003/04, si è concesso in un’intervista al Resto del Carlino, dove non ha potuto non ripercorrere i momenti belli dei suoi trascorsi rossoblù: «Credo che la gente abbia apprezzato il legame che ho stretto con la città e la maglia. Ho vissuto a San Benedetto 14 anni e prima che giocatore ero tifoso. In più, nei playoff e a Brescello ci ho messo del mio…». Analizzando il momento attuale della squadra, Criniti ha parlato così: «Quando in estate fu scelto Magi fui molto contento. Però San Benedetto ti esalta, ti accoglie… ma non è Renate. È una piazza che ha una storia incancellabile. Se non sei pronto ti schiaccia. La società, poi, non lo ha protetto e gli ha fatto pagare i molti errori commessi dalla dirigenza in fase di costruzione della squadra. La rosa ha problemi strutturali e lo dimostra il fatto che un tecnico esperto come Roselli non abbia ancora trovato la quadra. Per fortuna è venuto fuori un ottimo Stanco e ultimamente si stanno scoprendo giovani interessanti come Rocchi».

Redazione

Condividi questo post: