Tifosi, la sanzione per i petardi fa discutere. Ma intanto Fedeli sbotta


Il Giudice Sportivo ha inflitto una multa di mille euro alla Samb per l’utilizzo di petardi da parte della tifoseria, che però lamenta un accanimento nei suoi confronti…

Tre giornate di campionato (una peraltro neeno conclusa) e tre sanzioni per la Samb. Le ultime decisioni del Giudice Sportivo hanno fatto molto discutere nel mondo rossoblù.

IL FATTO – La società di viale dello Sport è stata multata con un'ammenda da mille euro per l'esplosione di alcuni petardi da parte della tifoseria di casa in occasione della partita di domenica sera con la Feralpisalò. Sin da subito il dspositivo è stato accolto con un certo disappunto dai tifosi sambenedettesi, che sui social hanno lamentato un accanimento da parte della Federazione visto che non erano state esplose bombe carta o simili nel corso della gara vinta per 3-2 dalla squadra di Moriero. Qualche gioco pirico è stato utilizzato nel parterre della Tribuna Est, ma ai più sembrava una situazione che non potesse portare ad una sanzione. Invece la multa è arrivata e la Samb dopo qualche ora ha preso una posizione chiara con un comunicato stampa apparso sul proprio sito internet. Di seguito la nota diramata dal club.

LA NOTA – Alla luce delle risultanze derivanti dal comunicato n.23 del 12/9/2017 relativo alla 3a gara di campionato Samb-Feralpisalò, nel quale il Giudice Sportivo ha comminato la sanzione disciplinare pari ad euro 1.000 di multa "perché propri sostenitori introducevano e facevamo esplodere nel proprio settore alcuni petardi senza conseguenze", la Società S.S. Sambenedettese Calcio comunica quanto segue: "non è più tollerabile, in tre partite disputate, peraltro una neanche terminata, sopportare l'attegiamento di pochi che con le proprie azioni continuano a cagionare danni economici alla Samb, togliendo risorse economiche che sarebbe meglio destinare ad attività sportive e sociali. Il Presidente Franco Fedeli nell'esprimere tutta la sua amarezza e tutto il suo disappunto su quanto accaduto si augura che episodi del genere non vengano più posti in essere per il bene di tutta la Sambenedettese Calcio nonché di tutti i propri sostenitori".

Redazione

Condividi questo post: