Tifo stellare, ma la Samb torna sulla terra: 1-1 con la Recanatese


SAMB – RECANATESE 1 – 1

MARCATORI: 32' Sabatino, 41'st Mariani.

 

LE FORMAZIONI

SAMB (4-4-2): Pegorin ('96); Montesi ('96), Conson, Salvatori [45'st Prandelli], Flavioni ('97); Palumbo, Barone, Sabatino, Pezzotti; Titone [36'st Bonvissuto], Sorrentino ('95). A disposizione: Reali, Casavecchia, Tagliaferri, Mattia, Pino, Trofo, Vallocchia. Allenatore: Ottavio Palladini.

RECANATESE (4-2-3-1): Verdicchio ('95); Gleboki ('96), Falco, Patrizi, Shongo ('96); Cianni, Gallo ('97); Agostinelli [24'st Latini], Garcia [49'st Brugiapaglia], Mariani; Miani [42'st Posillipo]. A disposizione: Cartechini, Nonni, Mosconi, Raimondi, Posillipo, Brugiapaglia, Guzzini, Coppini. Allenatore: Antonio Mecomonaco.

ARBITRO: Moro di Schio (Mittica-Gregorio).

ESPULSI: 40'st Mariani (doppio giallo) 48'st Mecomonaco (allontanato per proteste).

AMMONITI: 5'st Gleboki, 35'st Salvatori, 36'st Mariani, 38'st Patrizi.

ANGOLI: 10 – 3.

RECUPERI: 1' – 5'.

NOTE: Giornata fresca e soleggiata, temperatura 13 gradi. Terreno di gioco in buone condizioni. Samb in campo con divisa rossoblù, Recanatese in maglia bianca. 4000 spettatori circa, di cui una trentina provenienti da Recanati.

Coreografia fantastica della Curva Nord ad aprire il match. Primo tempo con poche occasioni, succede tutto nella ripresa: vantaggio di Sabatino, rigore sbagliato da Barone e pareggio firmato da Mariani. Fano e Matelica rosicchiano due punti…

La Recanatese la costringe la Samb al pareggio pareggio interno della stagione. Primo tempo di marca rossoblù, ma con poca incisività, seconda frazione non adatta ai deboli di cuore con il gol di Sabatino, il rigore fallito da Barone ed il pareggio ospite firmato da Mariani. Fano e Matelica adesso sono a 7 ed 8 punti.

Coreografia da brividi quella messa in atto dalla Curva Nord prima del fischio iniziale. Palladini conferma dieci undicesimi della gara di Jesi, lasciando in panchina Casavecchia per restituire la maglia da titolare a Conson. Mecomonaco opta per una formazione guardinga con un folto centrocampo, Patrizi al centro della retroguardia e Miani attaccante solitario. Partita subito viva e ritmi alti in campo, ma la Samb è troppo imprecisa nei passaggi per poter impensierire concretamente Verdicchio & co. La prima azione degna di nota arriva tuttavia al 18' quando Palumbo, sulla trequarti ospite, trova un buon traversone per Sorrentino che riesce a spizzare di testa con il portiere ospite che blocca. Angolo Samb, cinque minuti dopo, e a far venire i brividi è Conson che in spaccata raccoglie l'invito di Pezzotti, palla alta sopra la traversa. Al 36' la Recanatese riesce a sfondare con un bel filtrante rasoterra di Agostinelli destinato all'accorrente Gallo: l'esterno mette la palla in mezzo con Miani battuto in velocità da Conson che riesce a mettere in angolo. Risponde la Samb dopo quattro minuti sugli sviluppi di un calcio di punizione, la difesa giallorossa è in difficoltà nella ribattuta e Sabatino recupera servendo Pezzotti bravo, sul vertice destro, a trovare un cross per Sorrentino. Il colpo di testa dell'attaccante rossoblù viene deviato in angolo da una grande parata di Verdicchio. Samb poco brillante nel primo tempo, volitiva e imprecisa comunque capace di mantenere la tensione della difesa ospite sempre alta. Ripresa che si apre sulla falsa riga della prima frazione con gli uomini di Palladini a fare presenza fissa nella metà campo recanatese, ma senza sfondare. Venti minuti di gioco e rossoblù pericolosissimi con Sorrentino, ancora lui, impatta di testa su un bel traversone di Pezzotti, ma non riesce a trovare la porta col cuoio che si spegne sul fondo. Ancora un miracolo di Verdicchio permette alla Recanatese di resistere alla conclusione di potente di Pezzotti, che al 28' viene servito con un assist da Titone. Dopo più di settanta minuti di gioco la stanchezza e l'affanno iniziano a farsi vedere di prepotenza in campo influendo, non poco, sulle trame orchestrate dalle due formazioni. Samb che rompe l'equilibrio al 32' dopo una bell'azione in contropiede: Palumbo riceve da Sabatino che si infila in area, l'esterno crossa e il centrocampista inzucca e porta i suoi in vantaggio. Passano due minuti e i rossoblù si ritrovano in area ospite: Patrizi sotto gli occhi dell'arbitro stende Bonvissuto: rigore. Barone va sul dischetto per la battuta, fischio dell'arbitro e Verdicchio, oggi in giornata decisamente si, respinge con la mano di richiamo. Perde la bussola la Samb e la Recanatese trova il pareggio con una botta di destro di Mariani da fuori area al 41', traiettoria deviata da Montesi che mette fuori gioco Pegorin. Lo stesso Mariani, dopo un minuto stende Palumbo e si becca il secondo giallo. Arrembaggio rossoblù nel finale di gara, ma non cambia la situazione con la Samb che deve accontentarsi di un punto contro una Recanatese chiusa ermeticamente. Gli uomini di Palladini hanno peccato di cattiveria, permettendo ad una ben organizzata Recanatese di uscire dal Riviera con un punto in tasca. Le occasioni dei leopardiani si contano sulla punta delle dita (di una mano), ma l'unica, vera, è stata fatale ai padroni di casa che tornano a fare i conti con la realtà dopo 5 vittorie consecutive.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: