Tedino al miele su Palladini: «Un onore confrontarmi con persone del suo spessore»


L’allenatore del Pordenone: «Potevamo vincere, sbagliato colpevolizzare Arma per il rigore sbagliato. Samb più conservativa del solito con Pezzotti; stimo molto Palladini, uomo con la U maiuscola»…

BRUNO TEDINO (Allenatore Pordenone): «Arma ci ha fatto vincere tante partite e anche oggi ha fatto tanto, non è giusto colpevolizzarlo per il rigore sbagliato. La Samb ha fatto una partita molto difensiva, con dieci persone sotto la linea della palla, alla ricerca di un risultato positivo, e l’hanno trovato. Non siamo riusciti a chiudere la partita, ma avremmo meritato la vittoria. Dovevamo partire meglio nei primi quattro o cinque minuti della ripresa, ma abbiamo fatto una gara ottima a conclusione di un bellissimo girone d’andata. Sono molto soddisfatto del lavoro dei ragazzi e dobbiamo continuare ad avere questo impegno. Sembra che si soffra di più in casa che in trasferta perché in casa troviamo squadre che si chiudono molto e noi non cambiamo atteggiamento a seconda delle gare. Stiamo cercando di creare qualcosa che possa essere duraturo nel lungo termine. La più forte che io abbia visto in campo è il Venezia che ha molte componenti per poter vincere il campionato. Come Reggiana e Parma ha un organico che può avere ambizioni da primo posto. Sapevamo che la Samb è una squadra muscolare, organizzata e che sa ripartire; con Pezzotti al posto di Tortolano si è presentata più conservativa. Quello che abbiamo fatto fino ad ora deve darci forza per arrivare in fondo. Stimo Ottavio Palladini, da giocatore prima e da tecnico oggi perché è un uomo con la U maiuscola. Noi allenatori siamo sempre sotto esame, ma confrontarmi con persone di questo spessore mi onora».

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: