Tavanti: «Lega Pro un’altra cosa rispetto alla Juve Primavera. Ora punti al Riviera e a Reggio»


Dopo aver giocato la prima da titolare contro il Bassano, il difensore analizza il suo momento e quello della Samb con l’accidentato passaggio nel “calcio dei grandi”…

Christian Tavanti, in rossoblù, ha giocato due gare, una sola da titolare, che è sfortunatamente quella persa a Bassano:

«È stata una partita strana dove siamo partiti un po’ molli. Abbiamo fatto meglio nel secondo tempo che nel primo lottando per portare a casa almeno un punto, che ci è sfuggito. È mancata un po’ di concentrazione, ma credo fossero più errori di squadra che del singolo».

Altro esame importante, quello del prossimo turno: al Riviera delle Palme arriva la Feralpi Salò.

«Sabato scenderemo in campo cercando di evitare gli errori commessi nell’ultima gara. Ci aspettiamo una partita difficile perché se sono insieme a noi in classifica e hanno dimostrato di poter dare filo da torcere».

Sin dal suo arrivo il difensore ha passato il tempo allenandosi per preparasi all'esordio dal primo minuto.

«Negli ultimi mesi mi sono sempre allenato al meglio, sono in forma, quindi il sabato è più facile se vengo chiamato in causa».

Ma non è stato tutto rose e fiori questo inizio di stagione.

«A Mantova avevo trovato po' di continuità, ma l’infortunio mi ha penalizzato e sono rimasto fuori. Ho lavorato molto, in estate, per recuperare la miglior forma ed arrivare a Carrara in buone condizioni».

Per Tavanti la crescita nella Primavera della Juve, poi il confronto immediato con il professionismo:

«La gavetta serve a tutti per crescere, ma una cosa è giocare il campionato primavera, un'altra è trovare contro avversari maturi con cui darsi “battaglia”».

Esterno difensivo, con una spiccata preferenza per le sortite offensive:

«Mi adatto bene a tutti i moduli di gioco, sia nella difesa a quattro, sia come esterno a tre, ma preferisco fare il quinto sulla fascia per avere modo di avvicinarmi di più alla porta».

Un campionato importante, quello della Samb:

«Nessuno avrebbe preventivato il cammino che stiamo facendo, ma nelle prossime due gare incontreremo squadre molto quadrate quindi sappiamo, come ci chiede il mister, di dover dare il massimo per prendere punti sia al Riviera che a Reggio Emilia».

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: